ARTICOLI
PRIMI PIATTI - STRABUON BODYWORKS
53
page,page-id-53,page-template-default,ajax_fade,page_not_loaded,,side_area_uncovered_from_content,qode-theme-ver-10.1,wpb-js-composer js-comp-ver-5.0.1,vc_responsive

PRIMI PIATTI

















ZUPPA DI POMODORO

INGREDIENTI (X5 persone):

  • 800 gr di pomodori ben maturi o in scatola (fuori stagione)
  • 2 cucchiai di concentrato di pomodoro
  • 400 gr di peperoni rossi a cubetti
  • 120 gr di cipolla tritata
  • ½ litro di acqua
  • 4 spicchi d’aglio tritati
  • 1 cucchiaio d’olio EVO
  • Foglie di basilico fresco
  • Sale, q.b.

PREPARAZIONE

1. Rosolare l’aglio e la cipolla.
2. Aggiungere il peperone. Quando sarà tenero, aggiungere i pomodori, il concentrato di pomodoro e l’acqua.
3. Salate e cuocere coperto a fuoco lento per circa 25 minuti.
4. A cottura ultimata lasciar riposare 2 minuti e salare.
5. A fuoco spento unire le foglie di basilico e frullate.
6. Servire.

 

INFORMAZIONI
L’industria agroalimentare offre in tutti i supermercati zuppe preconfezionate insaporite con aromi più o meno naturali e con additivi chimici che esaltano il gusto.
Cucinare una zuppa è semplice e richiede poco tempo. La nostra zuppa di pomodoro è leggera, 100% naturale e molto sfiziosa grazie all’aggiunta di cipolla, peperoni e basilico fresco.
La zuppa si congela facilmente e considerando che vi indichiamo anche le calorie a porzione è facilissimo congelare porzioni di zuppa indicando il contenuto calorico. Così anche quando non avrete tempo o voglia di cucinare potrete in qualche minuto prepararvi una porzione di zuppa integrandola al volume calorico del vostro pasto.
Con 92 calorie a porzione, la zuppa di pomodoro è così leggera da potervi concedervi il bis.
Consigliamo il consumo di zuppe la sera in quanto alimento facile da digerire così da coricarsi leggeri. La zuppa di pomodoro è un alimento idratante e nutriente, pieno di vitamina C e di licopene, sostanza anti cancerogena liberata dai pomodori cotti.





ZUPPA BRUCIA GRASSI

INGREDIENTI (X10 Porzioni):

  • 200 gr di carote tagliate a dadini
  • 200 gr di porro tagliato a pezzetti
  • 350 gr di cavolo bianco, tagliato a listarelle fine
  • 100 gr di insalata tagliata a pezzi
  • 200 gr di rapa
  • 1 foglia di alloro
  • 1,5 litri d’acqua
  • Sale, pepe q.b.

PREPARAZIONE

1. Versare le verdure in pentola, aggiungere un po’ di sale e l’acqua.
2. Cuocere a fuoco medio per 30 minuti.
3. Rimuovere la foglia di alloro.
4. Frullare grossolanamente e servire.

 

INFORMAZIONI
Questa zuppa “brucia grassi” contiene vitamine ed è ipocalorica. Con solo 33 calorie a porzione di 250 ml, la zuppa brucia grassi è indicata nell’ ambito di una dieta dimagrante e più generalmente per i giorni in cui si cerca di limitare il volume delle calorie ingerite.
Il volume di liquido occupa spazio nello stomaco e permette di alleggerire i pasti.
Questa zuppa è anche molto gustosa, d’inverno una buona zuppa riscalda sempre.





INSALATA DI RISO INTEGRALE

INGREDIENTI (X2 persone):

  • 160 gr di riso integrale
  • 100 gr di fagiolini a tronchetti
  • 100 gr di peperone giallo tagliato a cubetti
  • 100 gr di carote tagliate a cubetti
  • 70 gr di cetriolo sottaceto
  • 50 gr di cipolline sottaceto
  • 15 gr di capperi sottaceto
  • 1 cucchiaio di olio EVO
  • Sale q.b.

PREPARAZIONE

1. Cuocere al vapore le carote insieme ai fagiolini e al peperone giallo.
2. Cuocere a fuoco alto per 7/8 min.
3. Lasciar raffreddare per 10 min.
4. Aggiungere al riso integrale cotto (25 min. in pentola a pressione dal fischio + 10 min. a fuoco spento) le verdure cotte, i cetrioli e i capperi, le cipolline e salare.
5. Aggiungre l’olio EVO.
6. Mischiare.
7. Servire freddo o temperatura ambiente.

 

INFORMAZIONI
L’insalata di riso è un classico della cucina italiana. Per comodità i supermercati si sono riempiti di barratoli di condimento per il riso. Questi condimenti hanno un sapore indefinito, acidulo, e gli ingredienti sono spesso così morbidi da disintegrarsi nel piatto.
Abbiamo quindi pensato di sviluppare una ricetta per un’insalata di riso genuina preparata con riso integrale e semplici verdure cotte al dente e al vapore.
L’insalata di riso integrale che abbiamo elaborato è nutriente e dall’indice glicemico medio grazie all’uso del riso nella sua forma integrale. La lavorazione del riso bianco toglie un elemento fondamentale dal chicco di riso, ovvero la sua pellicola fibrosa. Inoltre la rimozione di questa pellicola rende il riso direttamente assimilabile dal corpo creando un immediato picco glicemico ed attivando la lipogenesi.
Ricordiamo che il riso è un alimento con una densità calorica alta e conviene quindi essere prudenti nelle quantità. L’insalata di riso classica servita d’estate è troppo spesso fatta con riso bianco e condita con eccessive quantità di olio rendendola una vera e propria bomba calorica.
Per dare alla nostra insalata di riso integrale il giusto sapore abbiamo selezionato verdure di stagione fresche tra cui fagiolini freschi, peperone giallo e carote. Per arricchire la nostra insalata di riso integrale abbiamo optato per cetrioli dolci, capperi e cipolline sottaceto.
Le verdure sono cotte al vapore, lasciandole integre e croccanti per una maggior consistenza in bocca. Il risultato è delizioso, vitaminico e pieno della bontà delle verdure fresche.
Come al solito usiamo poco olio di oliva a crudo per non caricare un piatto già molto nutriente e saporito.
Per l’estate, quest’insalata di riso integrale rapirà gli sportivi, i golosi e se viene consumata insieme a pollo alla griglia o tonno, diventerà una delle vostre ricette preferite dell’estate!





PASTICCIO DI MELANZANE

INGREDIENTI (X4 persone):

  • 2 melanzane tagliate a rondelle larghe
  • 50 gr di funghi secchi
  • 2 albumi
  • 300 gr di ricotta
  • 40 gr di parmigiano
  • 1 cucchiaio di lievito alimentare
  • Pangrattato q.b.
  • 1 cucchiaio d’olio EVO
  • Sale e pepe q.b.

PREPARAZIONE

1. Reidratare i funghi per circa 10/15 minuti.
2. Mettere a bagno le melanzane in acqua con succo di limone per 10 minuti.
3. Cuocere le melanzane su carta forno a 200 gradi per circa 20 minuti.
4. Lasciar raffreddare e rimuovere la buccia dalle melanzane e poi tagliarle a cubetti.
5. Tagliare grossolanamente i funghi reidratati.
6. Aggiungere in una ciotola le melanzana, i funghi, sale, pepe e olio.
7. Amalgamare.
8. Aggiungere la ricotta, il grana, il lievito alimentare e l’albume.
9. Amalgamare.
10. Versare in pirofila e livellare.
11. Spolverare con del pangrattato e cuocere a 200 gradi per circa 20 minuti.
12. Servire.



 

INFORMAZIONI
INFORMAZIONI
Il pasticcio di melanzane, ricotta e grana è un piatto classico al forno, semplice da preparare e veloce da cuocere.
Le melanzane hanno il vantaggio di essere verdure con pochissime calorie e ci danno modo di inserire nel pasticcio altri alimenti più ricchi.
Al livello di micronutrienti è bene notare che la melanzana è una buona fonte di potassio, fosforo e magnesio. Le melanzane contengono anche vitamina A, B, C, K e J ed una notevole quantità di amminoacidi molto utili al nostro corpo.
Il consumo della melanzana è consigliato durante l’estate in quanto il suo alto contenuto di potassio ci permette di reintegrare un sale minerale essenziale che viene espulso dal corpo tramite il processo di sudorazione.
Funghi secchi presenti nel pasticcio di melanzane sono un alimento alleato del buon funzionamento del sistema immunitario e sono poveri di calorie. I funghi sono ricchi di potassio, fosforo, rame e di prezioso selenio, utile nel contrastare le malattie infettive e la comparsa di tumori. Sono anche carichi di antiossidanti e quindi ottimi contro l’invecchiamento. Inoltre il consumo di funghi permette di arginare gli accumuli di colesterolo nel circuito circolatorio. I funghi sono anche un antibiotico naturale particolarmente indicato durante i cambi di stagione.
Non poteva mancare il formaggio in questo pasticcio e quindi abbiamo usato ricotta e grana. Per non caricare troppo il piatto con colesterolo, la quantità di formaggio è stata ridotta e è stato aggiunto lievito alimentare (saccharomyces cerevisiae). Il gusto del lievito alimentare è molto vicino a quello del formaggio e Strabuon lo usa volentieri per alleggerire le quantità di formaggio nelle sue ricette. E’ un alimento ricchissimo di proteine (48 gr ogni 100 grammi di prodotto) poco conosciuto ma che merita di essere scoperto e consumato spesso per le sue proprietà benefiche sull’organismo. E’ reperibile presso negozi specializzati in prodotti naturali.
Nella ricetta le quantità di olio sono state limitate ed è stato usato solo l’albume dell’uovo, considerando che l’uso del tuorlo, fonte di colesterolo, non è assolutamente necessario visto che si usano formaggi.
La quantità di pangrattato è stato limitata per tagliare calorie inutili.
Facile da preparare questo pasticcio rapirà le papille e sarà molto apprezzato da tutti.









RISO BASMATI AD OPERA D’ARTE

INGREDIENTI (X4 persone):

  • 200 gr di riso basmati (non precotto) lavato
  • 8 gr di margarina
  • 400 ml di acqua
  • Sale q.b.

PREPARAZIONE

1. Sciogliere la margarina in tegame.
2. Aggiungere il riso e mescolare.
3. Cuocere per circa 2 minuti.
4. Aggiungere l’acqua.
5. Aggiungere il sale.
6. Mischiare.
7. Cuocere a fuoco medio per 15 minuti.
8. A cottura lasciar riposare coperto per 2 minuti.
9. Servire caldo.

 

INFORMAZIONI
Il riso Basmati nasce dalle fredde regioni dell’altopiano himalayano, nelle zone settentrionali dell’India e del Pakistan. Il chicco è lungo, sottile ed il profumo ricorda il legno di sandalo.
A differenza della nostra cultura, nei paesi orientali il riso viene utilizzato al posto del pane o della pasta ed il suo gusto delicato lo rende ideale per accompagnare piatti a base di verdura , carne o pesce.
In commercio lo troviamo bianco o integrale ed entrambe le qualità sono rinomate perché, dopo la cottura, i chicchi rimangono sodi, ben separati, fragranti e gustosi.
Il riso Basmati, secondo i principi dell’Ayurveda, si considera il re del riso, nutre i tessuti del corpo senza appesantirlo.
Per chi soffre di diabete o obesità, consigliamo un uso moderato di riso in quanto contiene elevate dosi di carboidrati ma, scegliendo il Basmati, l’indice glicemico si abbassa notevolmente.
Nella nostra ricetta utilizziamo anche una dose minima di margarina vegetale (nel video usiamo il burro) per rendere il riso più gustoso, ma non allarmiamoci sono solo 185 calorie a porzione.
In questo video vi insegneremo, step by step, a cuocere il riso Basmati a regola d’arte!









PIZZA MARGHERITA DELLO SPORTIVO

INGREDIENTI (X5 persone):

  • 80 gr farina di ceci
  • 20 gr farina integrale
  • 50 gr acqua
  • 1 cucchiaino gomma di Xantano
  • 50 gr passata di pomodoro
  • 15 gr parmigiano grattugiato
  • Sale q.b.
  • Origano q.b.

PREPARAZIONE

1. Unire la farina di ceci a quella integrale e alla gomma di xantano.
2. Mischiare.
3. Aggiungere l’acqua ed impastare.
4. Stendere l’impasto nella teglia (potete aiutarvi con foglio di pellicola).
5. Bucherellare leggermente con una forchetta e cuocere a 200° per 5/6 minuti.
6. Aggiungere al pomodoro il sale e l’origano.
7. Mischiare.
8. Versare il composto sulla pizza e spolverare col parmigiano.
9. Re-infornare a 200° per 3/4 minuti.
10. Servire.

 

INFORMAZIONI
Non poteva mancare la pizza tra le nostre ricette! Realizzata per chi fa sport ma non vuole rinunciare agli “sfizi”. Come la pizza classica si cuoce in forno. Abbiamo abbinato la farina di ceci a quella integrale, sostituito la mozzarella con il parmigiano, non poteva mancare la passata di pomodoro e infine la gomma di xantano per legare le farine.
FARINA DI CECI
Ottimo alimento a basso indice glicemico, ricca di proteine di origine vegetale e minerali, aiuta l’intestino a lavorare meglio perché ricca di fibre. Utile per chi soffre di ipertensione limitando la pressione alta perché ricca di omega 3 e folato.
Migliora la circolazione grazie alle alte percentuali di magnesio. Contiene inoltre vitamina C e B ed è in grado di aiutare l’assorbimento di lipidi e proteine.
PARMIGIANO
Alimento molto presente nella cucina italiana è ricco di proteine di alta qualità e sali di calcio. Rispetto a quelli della carne, i grassi del parmigiano, sono molto assorbibili. Contiene varie vitamine tra cui A, B6 e B12.
GOMMA DI XANTANO (XANTHANA)
È un polisaccaride ricavato tramite un processo di fermentazione di alcuni carboidrati. È essenzialmente una gomma polverizzata che viene usata come additivo alimentare (se cercate sulle confezioni di alimenti lo troverete con la sigla E415).
Lo xantano ha funzioni addensanti, stabilizzanti e gelificanti. Si usa nella preparazioni di tantissimi prodotti di vario tipo come: caramelle, chewing-gum, condimenti, confetti, creme per pasticceria, salse, liquidi per dessert, ecc.





FETTUCCINE DI CECI AGLI ASPARAGI

INGREDIENTI (X2 persone):

  • 140 gr di sfoglia di ceci (vedi ricetta)
  • 100 gr di asparagi freschi tagliati a tronchetti
  • 1 cucchiaio di olio EVO
  • 1 spicchio d’aglio sminuzzato
  • Sale e pepe q.b.

PREPARAZIONE

1. Stendere la sfoglia e ricavarne fettuccine arrotolando la sfoglia e tagliandola a rondelle. Riservare.

2. Cuocere gli asparagi al vapore per 5/6 minuti coperti.

3. Cuocere la pasta per 5/6 minuti.

4. Rosolare l’aglio per circa 1 minuto nell’olio.

5. Aggiungere gli asparagi e cuocere per 1 minuto.

6. Aggiungere la pasta ed amalgamare. Se necessario aggiungere acqua di cottura della pasta.

7. Servire subito.

 

INFORMAZIONI

Qualche tempo fa abbiamo pubblicato la ricetta e il video per preparare la pasta utilizzando la farina di ceci invece della classica farina bianca. Le fettuccine di questa ricetta sono realizzate con quell’impasto, si lavora benissimo e produce fettuccine deliziose e con ottima tenuta di cottura. Mentre cuoce la pasta si prepara il sugo è quindi molto veloce preparare queste fettuccine di ceci agli asparagi.
Pochi ingredienti ma buoni, gli asparagi vengono cotti al vapore per mantenere gusto e consistenza. Gli asparagi sono ipocalorici e quindi il condimento si carica con un pò di olio extravergine di oliva e dell’aglio fresco che non può mancare in questa gustosissima ricetta.

I ceci sono reperibili facilmente ma rimangono poco conosciuti per la loro farina. La loro farina è un toccasana al livello nutritivo in quanto ricca di fibre, ottime per la digestione ed il transito, e di proteine (22 gr ogni 100 gr di farina). La farina di ceci contiene anche buone quantità di vitamina A ed è ricca di ferro. Un alimento quindi ottimo da inserire nella propria dieta in sostituzione della farina bianca quando possibile.

Abbiamo usato la farina di ceci per preparare deliziose lasagne e ravioli e la lavorazione della pasta fatta in casa con questa farina non pone nessun problema particolare. L’impasto rimane morbido e molto facile da stendere.
Il vantaggio principale della farina di ceci è il suo indice glicemico basso. Questa caratteristica conferisce a questa farina vantaggi notevoli per chi deve controllare i propri zuccheri ed è quindi perfetta per i diabetici.
Gli alimenti ad indice glicemico basso sono più sazianti in quanto non generano picchi glicemici. I carboidrati contenuti nella farina di ceci vengono quindi rilasciati lentamente durante la digestione fornendo una fonte di energia costante.
La grande quantità di fibre presente nella farina di ceci rende le fettuccine molto digeribili anche considerando il fatto che gli asparagi sono anch’essi ricchi di fibre e senza grassi.
Un primo davvero delizioso e decisamente da provare!









CREMA DI CAROTE

INGREDIENTI (X10 person):

  • 1 kg di carote fresche
  • 480 gr di cipolle
  • 1,5 l di acqua
  • ½ cucchiaino di coriandolo in polvere
  • 10 cl di panna di soia
  • 2 cucchiaini di olio di oliva
  • Sale e pepe

PREPARAZIONE

1. Pelate e tagliate le carote a pezzetti. Pelate ed affettate finemente le cipolle.

2. Soffriggere la cipolla nell’olio a fuoco lento insieme al coriandolo per circa 5 min. Mescolare di tanto in tanto.

3. Aggiungere le carote e mescolare.

4. Versare l’acqua e salare.

5. Portare ad ebollizione ed abbassare la fiamma.

6. Lasciar cuocere a fuoco lento per circa 30 minuti.

7. Lontano dal fuoco aggiungere la panna di soia.

8. Frullare ed aggiustare di sale.

 



INFORMAZIONI

Per una dieta sana, le carote sono un alimento chiave in quanto apportano il carotene, sostanza che si trasforma in vitamina A.
La vitamina A è indispensabile per la riproduzione di tutti gli epiteli, ovvero pelle, mucose, epiteli ghiandolari. La vitamina A svolge inoltre un ruolo chiave nei complicati processi della funzione visiva.
La vitamina A contenuta nella carote rafforza anche le risposte immunitarie e la resistenza alle infezioni in genere.
Resistenti al calore i caroteni sono presenti in gran parte anche dopo cottura.
Nelle diete dimagranti la carota ha il pregio di essere poco calorica.
La crema di carote che proponiamo è dolciastra e quindi apprezzata dai piccoli.
Il “kick” sul palato viene dall’uso del coriandolo in polvere. L’untuosità del piatto deriva dall’uso della panna di soia, ingrediente privo di colesterolo.










ARANCINI DI RISO INTEGRALE

INGREDIENTI (X6 pezzi):

  • 200 gr di riso integrale
  • 400 ml di acqua minerale
  • 20 gr di panna di soia
  • 20 gr di grana padano grattugiato
  • 6 pezzi di grana padano, 18 gr cad. circa
  • 200 gr di spinaci lessi, tritati
  • 1 cucchiaino di curcuma
  • Sale, pepe q.b.
  • Per l’impanatura:

  • 1 uovo
  • Pangrattato q.b.

PREPARAZIONE

1. Cuocere il riso in pentola a pressione per 25 dal fischio a fiamma bassa.

2. Incorporare in una ciotola il riso integrale cotto, gli spinaci sminuzzati, il grana padano grattugiato, la panna di soia, la curcuma, sale e pepe.

3. Ottenere un impasto omogeneo e dividerlo in 6 parti uguali.

4. Nel palmo della mano formare una mezza sfera con la metà di una delle 6 parti del riso, porre al centro un pezzo di grana e richiudere con l’altra metà del riso.

5. Passare ogni arancio nell’uovo sbattuto e poi nel pangrattato.

6. Porre su carta forno e cuocere a 180 gradi per 30 minuti.

 

INFORMAZIONI

Gli arancini di riso integrale sono una ricetta alternativa al grande classico della cucina siciliana. L’arancino va di solito preparato con riso bianco il che pone il problema di un indice glicemico alto. In effetti, il riso fornisce all’organismo zuccheri che sono assorbiti molto velocemente dal corpo. Di conseguenza, abbiamo scelto l’uso di riso integrale che presenta un indice glicemico medio (IG di 50 invece di 70 del riso comune).
A differenza del riso bianco comune, il riso integrale non subisce particolari alterazioni e rimane quindi integro con le sue fibre e vitamine. La presenza della parte esterna del chicco favorisce un’assimilazione più lenta degli zuccheri contenuti nel riso e facilita anche la digestione senza affaticarla nè creare sonnolenza. Inoltre, la presenza di niacina, una vitamina del gruppo B, nel riso integrale ha proprietà protettive dell’apparato cardiocircolatorio e intestinale.
Gli arancini di riso integrale al cuore di grana contengono anche una buona quantità di spinaci che apportano discrete quantità di acido folico, una sostanza molto utile nella formazione dei globuli rossi nel sangue e che favoriscono il rinnovamento cellulare nell’organismo.
Il grana è impiegato sia nella preparazione dell’impasto degli arancini di riso integrale che per formare il loro cuore fondente. Il grana è un formaggio proteico e ricco di sali di calcio. La lavorazione di questo formaggio è molto controllata e consigliamo quindi l’uso di una varietà DOP.
La ricetta degli arancini di riso integrale al cuore di grana necessita l’uso di riso integrale cotto. Per comodità, consigliamo una cottura in pentola a pressione. Il riso integrale va cotto in due volumi di acqua per uno di riso per 25 minuti a partire dal fischio, su fuoco basso. Una volta cotto, lasciar la pressione scendere da sola per 5/10 minuti prima di aprire la pentola. Il riso deve essere cotto, ancora al dente, e senza acqua in eccesso.
Una volta pronti gli aranci vanno cotti al forno per un ottimo risultato evitando così la cottura nell’olio. Questo metodo di cottura produce arancini gustosi e croccanti semplicemente deliziosi!










FARRO PERLATO AI FUNGHI


INGREDIENTI (X6 person):

  • 200 gr di farro perlato
  • 400 gr di funghi
  • 120 gr di cipolla
  • 150 gr di carote
  • 50 gr di sedano
  • 1 cucchiaio di olio EVO
  • 1 Lt brodo
  • Prezzemolo tritato q.b.
  • Sale, pepe q.b.

PREPARAZIONE

1. In un tegame a fuoco lento riscaldare l’olio ed aggiungere la cipolla, il sedano e la carota finemente tritati.

2. Rosolare per 5 minuti girando.

3. Aggiungere i funghi affettati, sale e pepe. Cuocere per circa 10 minuti girando.

4. Aggiungere il farro perlato e il brodo.

5. Cuocere per 20/25 minuti mescolando ogni tanto ed aggiungere di tanto in tanto un mestolo di brodo.

6. A cottura ultimata spolverare con del prezzemolo fresco tritato e servire caldo.

 

INFORMAZIONI

Alla base di questa deliziosa ricetta, il farro. Da qualche anno torna a far parte dei cibi a tavola, il farro rimane comunque ancora poco consumato nei confronti del riso o di altri cereali.
Il farro è coltivato da oltre 5.000 anni e presenta la particolarità di un guscio molto duro che lo protegge dall’attacco di parassiti, sostanze chimiche varie e malattie.
Il farro contiene 15 % di proteine molto più digeribili del grano, fibre alimentari solubili e non, minerali, amminoacidi cui arginina, leucina, alanina, triptofano e acido aspartico. Inoltre il farro è l’unico cereale a contenere l’amminoacido metionina, potente acidificante delle urine molto benefico nel controllo di batteri patogeni e di grande impiego nel trattamento di calcoli renali.
L’indice glicemico del farro lo rende particolarmente interessante nell’ambito di una dieta dimagrante o di una nutrizione di tipo sportivo. I suoi zuccheri derivanti dai carboidrati vengono assimilati lentamente dall’organismo fornendo una fonte stabile di energia senza creare picchi glicemici come farebbe il riso bianco ad esempio.
Per preservare il gusto autentico del farro abbiamo scelto una cottura lenta con poco grasso. I funghi si abbinano molto bene con gli ortaggi per accompagnare il farro cotto con un pò di brodo aggiunto pian piano mentre cuoce per non diluire gli aromi.
Il risultato è ottimo per un piatto tradizionale, nutriente e con il giusto delle calorie. E’ anche veloce da preparare quindi come alternativa al solito riso.. provate il farro ai funghi!










LASAGNA DI VERDURE CON SCAGLIE DI GRANA


INGREDIENTI PASTA DI CECI (X6 persone):

  • 100 gr di farina di ceci
  • 1 uovo
  • 1 cucchiaino di olio EVO
  • Sale q.b.
  • SALSA BIANCA FRANCESE:

  • 15 gr di burro
  • 30 gr di farina
  • 400 ml di brodo vegetale
  • 50 ml di panna di soia
  • Sale, pepe, noce moscata q.b.
  • RIPIENO:

  • 30 gr di grana padano a scaglie
  • 250 gr di pomodoro a spicchi senza semi
  • 400 gr di zucchine a cubetti
  • 50 ml di panna di soia
  • 200 gr di patate a cubetti
  • 100 gr di frigitelli a rondelle
  • 1 peperone a listarelle

PREPARAZIONE

1. Preparare la sfoglia e riservare (ricavare 2 fogli).

2. Tagliare le scaglie di grana e riservare.

3. Cuocere le patate al vapore coperte per circa 5/6 minuti.

4. Frullare la patate e metà delle zucchine, sale ed acqua. Riservare.

5. Preparare la salsa bianca francese.

6. In pirofila spalmare parte della salsa bianca e la crema di zucchine/patate.

7. Porre una strato di sfoglia di pasta ceci, cubetti di zucchine e listarelle di peperone, poi uno strato di pomodori e uno di frigitelli.

8. Versare un pò di crema di zucchine e un pò di scaglie di grana.

9. Mettere il secondo foglio di pasta di ceci e ripetere gli strati di verdura come già fatto.

10. Versare la salsa bianca e crema di zucchine/patate e le ultime scaglie di grana.
11. Infornare a 180 gradi per 40/45 minuti.




 




INFORMAZIONI

La lasagna di verdure con scaglie di Grana è una ricetta Strabuon elaborata per una versione nutritiva su base di un grande classico della cucina italiana. La lasagna è amata da tutti e risulta, quando fatta con la ricetta classica, piuttosto impegnativa al livello di digestione!
Abbiamo deciso di proporvi una ricetta alternativa, gustosissima, cremosa e con tutti benefici di alternative agli ingredienti classici. Ci siamo ispirati anche ad un’altra ricetta Strabuon per la lasagna già pubblicata qualche mese fa (Lasagna al ragù di carne di soia – http://youtu.be/OBB9h0XC_UM).

La lasagna di verdure con scaglie di Grana contiene una sfoglia fatta con farina di ceci. In questo modo, sostituendo la farina bianca con la farina di ceci, si ottiene un piatto dall’indice glicemico basso. In termini di nutrizione si fa leva sul lento assorbimento dei carboidrati contenuti in questa pasta fornendo una scorta di zuccheri molto sazianti e rilasciati nel sangue in modo regolare dopo aver mangiato. Ne risulta un maggior senso di sazietà e non provoca il classico picco glicemico che da sonnolenza.

Oltre all’impasto della sfoglia, abbiamo anche usato in alternativa alla classica besciamella per la nostra lasagna di verdure con scaglie di Grana, un’altra ricetta Strabuon, la salsa bianca francese (http://youtu.be/NJOYNvzsGiQ). Questa salsa sostituisce il latte, con del brodo vegetale e poca panna di soia per una crema leggera e sfiziosa facile da digerire ed adatta a chi soffre di intolleranza ai latticini.
Per rendere la lasagna di verdure con scaglie di Grana ancora più cremosa abbiamo frullato insieme zucchine crude e patate cotte al vapore con acqua e sale. Una cremosità naturale senza aggiunta di grassi ed un duo vincente con la salsa bianca per una lasagna vegetale golosissima.
Il ripieno della lasagna di verdure alle scaglie di Grana è composto di pomodori a spicchi senza i semi, zucchine fresche, peperone giallo e frigitelli per un aroma inconfondibile.

Abbiamo scelto il Grana Padano in scaglie per dare alla nostra lasagna di verdure un gusto aromatico nel suo cuore ed un’irresistibile crosticina profumata. Le quantità di formaggio sono ridotte mentre il gusto è ben bilanciato con il resto del piatto.
Con sole 211 calorie a porzione, questa lasagna di verdure con scaglie di Grana conquisterà piccoli e grandi.










MELANZANE ALLA PARMIGIANA LIGHT

INGREDIENTI (X4 persone):

  • 400 gr di melanzane
  • 400 gr di pomodori in conserva
  • 120 gr di cipolla
  • 100 gr di parmigiano
  • 20 gr di pangrattato
  • 2 spicchi d’aglio
  • 1 cucchiaio d’olio EVO
  • Timo, origano, alloro, sale e pepe, q.b.

PREPARAZIONE

1. Tagliare la melanzana a fette spesse 1 cm circa e cuocere al vapore per circa 4 minuti.

2. Coprire le melanzane con carta assorbente sotto e sopra per togliere l’acqua in eccesso. Tenere da parte.

3. In un tegame a fuoco medio versare l’olio, la cipolla e l’aglio finemente tritati, e far soffriggere per qualche minuto.

4. Aggiungere il timo, l’origano, la foglia di alloro, sale, pepe e cuocere a fuoco lento per circa 15/18 minuti.

5. Togliere la foglia di alloro e frullare grossolanamente.

6. In una teglia da forno porre un primo strato di melanzane.

7. Versare sopra metà del sugo e metà del formaggio.

8. Ripetere l’operazione e versare sopra l’altra metà di sugo e formaggio seguito dal pangrattato.

9. Infornare per 30 minuti a 200 gradi.
10. Per una crosticina più scura accendere il grill del forno per 3 a 4 minuti.

 

INFORMAZIONI

La melanzana è un gustoso ortaggio poco calorico, quindi adatto a coloro che seguono una dieta dimagrante.
Questo ortaggio è fonte di fibre ben tollerate dall’intestino e ne facilitano il corretto funzionamento, possiede un’elevato contenuto di potassio quindi adatto a chi soffre di crampi muscolari.

Ricca di acqua, la melanzana ha proprietà diuretiche, ha un contenuto irrilevante di grassi e contiene pochi zuccheri, inoltre ha sostanze benefiche che migliorano la funzionalità epatica e la riduzione del colesterolo nel sangue. Modesto il contenuto di fosforo e calcio.
Spesso la melanzana viene cucinata con elevate dosi di condimenti grassi che vengono assorbiti dalla polpa in notevoli dosi, creando così difficoltà nella digestione.

Della tradizione mediterranea, la melanzana alla parmigiana è uno dei piatti più squisiti, ma purtroppo molto calorico, conta circa 500 calorie a porzione.
Non volendo rinunciare a questa prelibatezza, vi presentiamo la nostra ricetta in versione light che vi assicuro è DELIZIOSA!! Per quanto riguarda le calorie… sono solo 215 a porzione.

Buon appetito!










ZUPPA DI ZUCCHINE

INGREDIENTI (X7 persone):

  • 1 kg di zucchine a pezzetti
  • 360 gr di cipolla grossolanamente tagliata
  • 50 cl di acqua
  • 1 pizzico di cumino in polvere
  • 30 gr (2 cucchiai) di panna di soia
  • 2 o 3 rametti di menta, salvia o basilico
  • Sale q.b
PREPARAZIONE

1. Versare le zucchine, la cipolla e l’acqua in pentola.

2. Aggiungere sale e cumino.

3. Coprire e portare ad ebollizione poi portare a fuoco medio e cuocere per 15 minuti.

4. Lasciar raffreddare per qualche minuto.

5. Frullare con mixer in pentola.

6. Aggiungere la panna di soia e le erbe aromatiche.

7. Incorporare col mixer.

8. Servire.

 

INFORMAZIONI

L’italianissima zucchina è una deliziosa rappresentante della famiglia delle cucurbitacee. Le zucchine sono povere di principi nutritivi in quanto vengono raccolte allo stato acerbo.

La zuppa di zucchine alle erbe aromatiche è la nostra soluzione per chi vuole tenere sotto controllo il proprio volume giornaliero di calorie senza rinunciare al gusto.

Le poche calorie presenti nelle zucchine ci permettono di usare panna di soia per un risultato finale cremoso e senza colesterolo.
Le erbe aromatiche sono un piccolo miracolo della natura e conferiscono al piatto note profumate e delicate.

Nella zuppa di zucchine viene esaltata la semplicità di un ortaggio degno d’essere sempre disponibile in cucina.










PASTA DI FARRO ALLA PUTTANESCA


INGREDIENTI (X2 persone):

  • Impasto pasta di farro (vedi ricetta)
  • 3 acciughe sotto sale sminuzzate
  • 30 gr di olive nere denocciolate e tagliate a rondelle
  • 1 cucchiaio di capperi sminuzzati
  • 1 ½ cucchiaio di olio EVO
  • 150 gr di pomodori a pezzi
  • Peperoncino q.b.
  • 1 spicchio d’aglio sminuzzato
  • Prezzemolo e sale q.b.

PREPARAZIONE

1. Stendere la sfoglia e tagliarla a strisce.

2. Soffriggere l’aglio con olio per circa 1 minuto.

3. Aggiungere le acciughe e il peperoncino con il sale.

4. Mischiare.

5. Aggiungere le olive e i capperi.

6. Mischiare.

7. Aggiungere il pomodoro e metà del prezzemolo.

8. Incorporare e abbassare la fiamma cuocere per 10/15 minuti.

9. Cuocere la pasta per 4/5 minuti e poi versarla in pentola nel sugo ed amalgamare.

10. Spolverare con prezzemolo e servire.

 


INFORMAZIONI

La pasta di farro alla puttanesca è stata elaborata a partire dell’impasto della sfoglia senza uova, con farina di farro e farina di semi di lino.

Il farro è molto nutriente come attesta il conto calorico di questo piatto. Tuttavia l’abbiamo selezionato per le sue proprietà organolettiche e perché la pasta di farro è ricca vitamine A, B1 e B3, di proteine (11%), povera di grassi (1,5%) e fonte di fosforo, potassio e magnesio e fibre. Inoltre il farro è digerito più facilmente del grano duro o del grano tenero.

Le sue proprietà lievemente lassative permettono a questa pasta di contrastare i disturbi legati al ristagno di bile nell’intestino favorendo il transito intestinale.
Calorico ma anche consigliabile nelle diete dimagranti, il farro sazia e non fa ingrassare (se consumato ovviamente entro parametri giusti di fabbisogno calorico).

Abbiamo abbinato a questa pasta di farro casereccia tagliata a strisce grossolane un sugo classico della cucina laziale-campana. Il sugo alla puttanesca che abbiamo preparato è stato alleggerito molto riducendo al massimo l’uso di olio di oliva.
Per un’ottima riuscita della pasta di farro alla puttanesca è essenzial cuocere gli ingredienti del sugo uno dopo l’altro senza mai bruciarli il che rovinerebbe il risultato finale. Quindi procedere a fiamma bassa soprattutto nella fase in cui il sugo alla puttanesca va ristretto.

Come si vede nel video, il sugo è stato ristretto molto per formare un composto denso e pastoso. E’ per questa ragione che al momento di trasferire la pasta nel tegame con il sugo abbiamo tolto la pasta senza scolarla troppo. In questo modo si trasferisce un po’ dell’acqua di cottura direttamente nel sugo che si “allenta” il giusto per una pasta notevole e senza perdere il gusto del sugo alla puttanesca.










CANNELLONI DI CARNE DI SOIA

INGREDIENTI (X5 persone):

  • 10 cannelloni crudi
  • 95 gr proteina granulare di soia
  • 225 ml brodo di pollo
  • 100 gr di passata di pomodoro
  • 120 gr di cipolla tritata
  • 50 gr di parmigiano reggiano
  • 1 cucchiaino di olio EVO
  • 100 gr di funghi freschi finemente sminuzzati
  • 1 cucchiaino di aglio in polvere
  • 100 gr di piselli precotti
  • Per la besciamella:

  • 50 gr di margarina vegetale
  • 50 gr di farina “00”
  • 75 cl di latte di soia (50 cl + 25 cl)
  • Noce moscata, q.b.
  • Sale, q.b.

PREPARAZIONE

1. Reidratare la proteina di soia nel brodo caldo per 10 min.

2. Bollire una grande quantità d’acqua con il sale in una pentola coperta. Servirà per dare una precottura ai cannelloni prima di guarnirli di ripieno.
3. In pentola su fuoco medio versare l’olio e far imbiondire la cipolla per circa 3 minuti.

4. Aggiungere i funghi e cuocere mescolando per altri 3 minuti.

5. Fuori dal fuoco aggiungere la carne di soia reidratata, la passata di pomodoro, l’aglio ed il sale.

6. Incorporare e lasciar intiepidire.

7. Preriscaldare il forno a 200 gradi.

8. Sciogliere la margarina vegetale.

9. Aggiungere la farina in più volte mescolando.

10. Versare poi il latte di soia (50 cl) in pentola un po’ alla volta.

11. Cuocere sempre mescolando finché la besciamella non si inspessirà.

12. Una volta pronta, aggiungere un pò di sale e la noce moscata.

13. Cuocere i cannelloni per non oltre 4 minuti. Poi scolarli bene ed asciugarli.

14. Diluire la besciamella con gli altri 25 cl di latte di soia ed unire la soia e la metà del parmigiano (25 gr) ed incorporarla bene.

15. In una pirofila versare un mestolo di besciamella per ricoprire il fondo.

16. Guarnire i cannelloni e posizionarli nella pirofila.

17. Versare la besciamella restante sui cannelloni.

18. Spolverare col parmigiano restante.

19. Cuocere al forno per 20 minuti a 200 gradi più 5 di grill.

 

INFORMAZIONI

Cannelloni di carne di soia, un’alternativa salutare alla tradizionale ricetta della cucina italiana realizzata solitamente con carne di manzo.

Pur essendo di origine vegetale, le proteine della soia, hanno una composizione molto simile a quella delle proteine di origine animale. Rispetto ai cibi di origine animale, però, i semi di soia hanno il grande vantaggio di non contenere colesterolo e grassi saturi.

Le proteine della soia rafforzano notevolmente i muscoli del corpo e svolgono un ruolo importante nella costruzione di massa muscolare magra, quindi per chi ama praticare sport, un corretto abbinamento di proteine di soia e palestra può dare ottimi risultati.
Studi scientifici hanno inoltre dimostrato che le proteine della soia aiutano la donna durante la menopausa nell’alleviare alcuni degli effetti collaterali più comuni, quali vampate di calore e brividi.

Con 260 calorie a porzione la nostra ricetta di cannelloni di carne di soia è un primo piatto gustoso, delicato e genuino. Mettiamoci ai fornelli!!










RAVIOLI DI CECI RICOTTA E SPINACI

INGREDIENTI (X5 persone):

  • 250 gr di pasta di ceci (vedere ricetta)
  • 200 gr di ricotta
  • 65 gr di spinaci lessati
  • 2 cucchiai di parmigiano grattugiato
  • Noce moscata q.b.
  • Sale q.b.

PREPARAZIONE

1. Lessare gli spinaci e strizzateli bene, tritateli e fateli asciugare in un tegame con una noce di burro.

2. Lasciare intiepidire la verdura.

3. Unire la ricotta, il parmigiano, sale e una grattata di noce moscata.

4. Mescolare fino a ottenere un composto omogeneo.
5. Trasferire il composto in una terrina e incorporatere un uovo intero e lasciar riposare in frigorifero.

6. Stendere la sfoglia.

7. Porre mucchietti di ripieno lungo il centro della sfoglia separati tra loro.

8. Ripiegare la sfoglia su se stessa.

9. Premere per sigillare e con un bicchiere ricavare i ravioli.

10. Cuocere i ravioli in acqua salata bollente.

11. Quando verranno a galla rimuoverli.

12. Servire.

 

INFORMAZIONI

La pasta è un piatto classico dell’arte culinaria Italiana. Si declina in molteplici possibilità di deliziosi primi.
La farina bianca pone il problema del suo indice glicemico alto. Gli zuccheri contenuti nella farina sono quindi assimilati molto velocemente entrando nel sangue nell’arco di 5 a 10 minuti dopo essere stati ingeriti.
La risposta del nostro corpo è di produrre insulina per abbassare l’eccesso di zuccheri nel sangue e questo processo negli anni è nocivo e conduce a patologie serie tra cui il diabete.
Inoltre il nostro corpo accumula l’energia in eccesso sotto forma di glicogeno e di adipe.

Pane e pasta sono quindi da consumare con parsimonia considerando che sono principalmente carboidrati semplici.
Le alternative in commercio di questi prodotti preparati con farina integrale sono più commerciali che salutari.
Abbiamo scelto di utilizzare la farina di ceci che ha un indice glicemico basso per la preparazione dei nostri ravioli con ricotta e spinaci principalmente perché permette di ottenere un piatto più saziante e che non crea un picco glicemico.

La farina di ceci, provenendo da un legume, ha i suoi zuccheri diversi e anche grazie alle fibre che contiene l’assimilazione è più lenta rendendo l’alimento molto più saziante il che permette di evitare l’effetto “botta di sonno” che spesso provoca la pasta classica.
I ceci sono anche ricchi di ferro, fosforo e magnesio e sono un’ottima fonte di proteine con più del doppio della quantità contenuta nella farina bianca. Quindi anche gli sportivi troveranno in questa ricetta un’alleato a tavola con carboidrati lenti preziosi per lo sforzo, nutrimenti importanti e tante proteine.
Al livello di gusto abbiamo seguito le orme della ricetta originale con il ripieno ricotta e spinaci.

Il risultato è un piatto golosissimo e di gran gusto. La farina di ceci ha anche il vantaggio di tenere molto bene la cottura per ravioli perfetti e di grande effetto nel piatto.

Consigliamo di servire questi ravioli di ceci con ricotta e spinaci con un sugo al pomodoro semplice per un piatto tradizionale dove si gusta un ripieno morbido e leggero in una pasta che ormai è diventata la nostra preferita!










PASTA FREDDA AL SALMONE


INGREDIENTI (X1 persona):

  • 65 gr pennette a basso IG
  • 120 gr di salmone affumicato tagliato a listarelle
  • 100 gr di pomodorini ciliegini tagliati a spicchi
  • 50 gr di rucola grossolanamente tagliata
  • 5 gr di semi di girasole
  • 1 cucchiaino di olio EVO
  • Succo di ½ limone
  • Scorza di 1 limone

PREPARAZIONE

1. Aggiungere alle pennette cotte la rucola, i pomodorini ciliegini, semi di girasole, il salmone, la scorza grattugiata e il succo di limone e un cucchiaino d’olio Evo.

2. Mischiare.

3. Servire.

 

INFORMAZIONI

Questa ricetta è ideale per l’estate e vi cambierà la solita pasta fredda estiva, carica di condimenti e di grassi.

Per sviluppare questa ricetta siamo stati attenti a calibrare ogni ingrediente per far si che le calorie sviluppate da questa pasta fredda al salmone derivino al:
– 30% di proteine

– 40% di carboidrati (a lento rilascio – basso IG)

– 30% di grassi.
Ingredienti facili da reperire, pasta Fiberpasta a basso IG, ruchetta, pomodorini ciliegini, salmone affumicato, semi di girasole, olio extravergine di oliva, succo e scorza di limone.
Pensiamoci per l’estate a mangiare bene, evitando di assumere troppi carboidrati e troppe poche proteine.

I grassi di questa ricetta sono preziosi (Omega 3) e risulta una pasta leggera, gustosissima e nutriente.










AREPAS

INGREDIENTI (X14 pezzi):

  • 250 gr di farina di mais bianco ancestrale
  • 350 ml di acqua
  • 3 cucchiaini di olio EVO
  • 1 cucchiaio di curcuma
  • 150 gr di melanzana a cubetti piccolissimi
  • 100 gr di peperone tagliato a cubetti piccolissimi
  • 50 gr di cipolla tritata molto finemente
  • 50 gr di passata di pomodoro
  • Sale, peperoncino e origano q.b.

PREPARAZIONE

1. Nell’olio riscaldato aggiungere la cipolla e il peperone.

2. Mescolare.

3. Cuocere coperto a fuoco basso per 5/7 minuti.

4. Aggiungere la melanzana e la passata di pomodoro, sale, origano e peperoncino.

5. Incorporare.

6. Coprire e cuocere a fuoco basso per circa 10 minuti.

7. In ciotola aggiungere alla farina di mais la curcuma e il sale.

8. Incorporare.

9. Aggiungere l’acqua e olio di oliva.

10. Impastare per circa 10 minuti.

11. Stendere su carta forno una sfoglia di circa 5 millimetri.

12. Ritagliare dei tondi di 7,5 cm dalla sfoglia (28 pezzi).
13. Guarnire la metà dei tondi con il ripieno, porre sopra le altre metà. Premere i bordi per sigillare.

14. In padella antiaderente cuocere a fuoco lento per 15 minuti, rigirare e cuocere per altri 10 minuti.

 

INFORMAZIONI

Per questa ricetta ci siamo ispirati al Sud America e alla farina di mais ancestrale bianco per il suo indice glicemico basso e i suoi nutrienti.
Questa farina è ricca di ferro, zinco e di vitamina B1 (tiamina).

L’impasto è semplice e per ammorbidirlo abbiamo usato poco olio di oliva mentre è usato in Sud America formaggio o panna. Abbiamo optato per un’alternativa più mediterranea così da rimanere con un gusto più Italiano per le nostre arepas.

Il ripieno è molto semplice e con pochissimi grassi. Verdure classiche: cipolla, peperone, melanzana e pomodoro condito con sale e poco peperoncino.
La cottura delle arepas ripiene viene fatta in padella senza grassi aggiunti utilizzando una padella antiaderente. Il poco olio di oliva nell’impasto ed il fatto che la cottura avvenga a fuoco basso permettono di evitare l’aggiunta di grassi e rende le arepas più croccanti.

Le arepas sono facili da preparare e non necessitano nessuno tipo di abilità particolare in cucina. Sono ottime come merenda. Per gli sportivi sono uno snack ottimo considerando l’indice glicemico basso della farina di mais ancestrale.
Per i bambini sono anche snack molto salutare e volendo si può anche variare il ripieno.

Le arepas sono anche adatte a vegetariani.
Per chi soffre di diabete sono un’opzione ai prodotti con farina classica. Scegliete la farina con cura chiedendo conferma che si tratti di farina di mais ancestrale (indiano).

Le arepas si mangiano tiepide o a temperatura ambiente.










POMODORI DI RISO INTEGRALE

INGREDIENTI (X2 persone):

  • 4 pomodori grandi rossi
  • 120 gr di riso integrale
  • 1 spicchio d’aglio o aglio in polvere
  • Basilico fresco q.b.
  • 1 cucchiaino di olio EVO
  • Sale, pepe q.b.

PREPARAZIONE

1. Cuocere il riso in pentola a pressione per 25 minuti dal fischio a fuoco lento.

2. Lavare i pomodori e tagliarne la parte superiore conservandola.

3. Svuotarli e in una ciotola tenere da parte la polpa ricavata e schiacciarla con una forchetta.

4. Aggiungere il riso, il basilico sminuzzato, l’olio, il sale ed il pepe. Mischiare e lasciar riposare 30 minuti.

5. Riempire i pomodori con il composto e piazzare un “tappo” su ogni pomodoro.

6. Cuocere a forno caldo (180/190°) per 15/20 minuti.

 

INFORMAZIONI

Pomodori di riso sono un altro classico della cucina italiana e spesso accompagnati da patate o insalata.
Nella nostra ricetta il riso integrale sostituisce il riso bianco classico trasformando i pomodori di riso in un alternativa salutare e assolutamente deliziosa.
La lavorazione del riso lo priva della pellicola che ricopre il chicco togliendo così al riso preziosi nutrienti e tutte le sue fibre. Di conseguenza si perdono sostanze benefiche nel processo e si alza l’indice glicemico passando da medio per il riso integrale ad alto per il riso bianco comune. L’indice glicemico medio del riso integrale rende i nostri pomodori di riso più sazianti.

Il riso integrale è stato da noi scelto anche per i minerali contenuti tra cui ferro, potassio, selenio, manganese, zinco e rame.

Inoltre il riso integrale apporta all’organismo vitamine B, E, K e J insieme a preziosi amminoacidi.
Il riso integrale è un’alimento disintossicante ed essendo privo di glutine può essere consumato da chi non tollera o è addirittura allergico a questa sostanza.

Altamente digeribile il riso integrale non affatica lo stomaco e grazie al suo indice glicemico medio non provoca sonnolenza dopo la sua assunzione come può capitare dopo aver mangiato riso bianco comune perchè i glucidi in esso contenuti vengono assimilati molto rapidamente dal corpo creando un picco glicemico e una sensazione di sonnolenza.
Quest’alimento è ottimo in sostituzione della pasta per chi vuole dimagrire ed è consigliato in abbinamento con verdure. Così i nostri pomodori di riso integrale sono un connubio salutare e delizioso.
La lavorazione del riso integrale in riso bianco abbassa notevolmente i benefici nutrizionali e quindi vanno persi circa il 70% di sali minerali e vitamine mentre le preziose fibre del riso integrale vengono rimosse del tutto per ottenere riso bianco. E’ davvero un peccato privarsi dei benefici di un alimento per il solo motivo di avere un chicco bianco anche perché il gusto del riso integrale è delizioso e ha un’ottima consistenza in bocca.
Essendo un’alimento integrale la cottura del riso per questa ricetta necessita più tempo del riso bianco. Per un riso integrale perfetto e veloce utilizziamo la pentola a pressione con 1 quantità di riso integrale per 2 di acqua. Dal fischio contare circa 25 minuti di cottura. Per i pomodori di riso integrale il riso continuerà a cuocere in forno e rimarrà di ottima consistenza.










LASAGNA DI CARNE DI SOIA

INGREDIENTI (X4 persone):

  • 100 gr di sfoglia di ceci (vedi ricetta)
  • 500 gr di ragù di carne di soia (vedi ricetta)
  • 300 gr di salsa bianca francese (vedi ricetta)
  • 25 gr di parmigiano grattugiato

PREPARAZIONE

1. Versare sul fondo della pirofila un po’ di salsa bianca, un po’ di ragù di soia, coprire con un foglio di pasta di ceci.

2. Ripetere l’operazione e spolverare 1/3 del parmigiano.

3. Ripetere l’operazione per più strati.

4. Infornare a 180 gradi per 35 minuti.

 

INFORMAZIONI

La lasagna è un classico della cucina Italiana. Abbiamo elaborato questa ricetta per realizzare un piatto della tradizione amato da tutti che nella sua versione originale è una pasta molto ricca e difficile a livello nutrizionale. La classica lasagna contiene gli zuccheri veloci del grano, il colesterolo del macinato e i molti grassi contenuti nella besciamella.

La lasagna di carne di soia Strabuon è stata rivisitata in ogni componente per ottenere un risultato finale con il giusto dell’originale ma con meno calorie a porzione, un’indice glicemico ragionevole e un livello di colesterolo basso con soli 31,97 milligrammi a porzione.

Questa lasagna è leggera e di gran gusto così da poter essere consumata senza problemi.

La pasta di ceci Strabuon conferisce alla pasta il vantaggio del suo indice glicemico basso.
La salsa bianca, molto più leggera della classica besciamella non contiene latte e meno di 10 gr di farina a porzione.
Il ragù di soia è vegetale, non contiene colesterolo ed è molto proteico.
Abbiamo voluto a mantenere un po’ di formaggio per questa lasagna ma con quantità ridotte pur ottenendo la deliziosa “crosticina” in superficie, croccante e fragrante.

Questo piatto è sorprendente e davvero delizioso.
La lasagna Strabuon dimostra quanto si possa fare nella rivisitazione di piatti classici sostituendo ingredienti con alternative gustose e salutari.
La pasta al forno fatta in casa riporta il gusto in tavola e la nostra versione vi offre la possibilità di mangiare la lasagna ed un secondo rimanendo leggeri.

Carnivori o vegetariano possono godersi questa deliziosa lasagna. Provatela!










MINESTRONE CLASSICO

INGREDIENTI (X6 persone):

  • 200 gr di zucchine a cubetti
  • 100 gr di pomodorini ciliegini tagliati a quarti
  • 100 gr di rapa a cubetti
  • 200 gr di lenticchie rosse decorticate pulite
  • 100 gr di peperone rosso a cubetti
  • 150 gr di carote a cubetti
  • 100 gr di patate a cubetti
  • 50 gr di sedano a cubetti
  • 100 gr di verza a striscioline
  • 30 gr di cipollotto a rondelle
  • Basilico q.b.
  • Sale q.b.

PREPARAZIONE

1. In una pentola a fuoco spento versare la verza, lenticchie, la rapa, il peperone, il sedano, la carota, la patata.

2. Aggiungere acqua e mescolare.

3. Cuocere a fuoco basso per 25 minuti.

4. Aggiungere le zucchine, i pomodori, il cipollotto ed il basilico. Salare ed incorporare.

5. Coprire e cuocere per altri 15 minuti.

 

INFORMAZIONI

Il minestrone è un piatto ricco e spesso sottovalutato. Connubio di sapori dell’orto con molteplici verdure insieme ad un legume, questo piatto ci ricorda spesso i giorni in cui l’appetito non c’è e la nonna o la mamma ci preparano un buon minestrone caldo.
Il minestrone è un concentrato di vitamine e di nutrienti che permette al nostro organismo di rafforzare le difese immunitarie mentre il profilo nutritivo del piatto è ottimo.
ZUCCHINE

Le zucchine sono povere di calorie e facilmente digeribili grazie al loro alto contenuto di fibre alimentari. I minerali presenti nelle zucchine includono potassio in grande quantità (regolatore della quantità di acqua nel corpo), fosforo, calcio, zinco, rame, manganese e magnesio. Il magnesio è per eccellenza la sostanza antifatica raccomandata in casi d’ipertensione. A livello di vitamine, sono ricche di vitamine A, B e C. Contengono anche amminoacidi, sostanze essenziali al metabolismo delle proteine.

Inoltre le zucchine hanno proprietà antinfiammatorie e sono raccomandate per contrastare disaggi intestinali. Le zucchine sono anche utili per il loro contenuto di antiradicali liberi.
POMODORO
Recenti studi hanno isolato i benefici del licopene, presente nel pomodoro in buone quantità. Questa sostanza è in grado di rallentare la proliferazione di cellule tumorali (ovaie per le donne e prostata per gli uomini). In più questa sostanza si rivela protettiva della pelle.
I pomodori sono anche vitaminici (A, C e E) e contengono tutti gli amminoacidi indispensabili ad una buona nutrizione. Sono anche ottima fonte di beta-carotene.
RAPA

Questo legume diventa sempre più difficile da trovare ed è un peccato. La rapa è ricca di ferro, sodio, potassio e calcio e contiene vitamina C. La rapa è povera di calorie il che la rende molto indicata nelle diete dimagranti o comunque quando si vuole mangiare leggero. La rapa ha proprietà depurative, espettoranti e rivitalizzanti ed è per questo che le nonne e mamme ci danno un pò di minestrone in casi di stanchezza, bronchite o tosse!
LENTICCHIE ROASSE

La lenticchia rossa viene venduta di solito decorticata. E’ un legume povero di grassi ma di buona qualità (Omega 3). Le lenticchie rosse sono anche naturalmente prive di colesterolo e sono consigliate per i bambini. Sono lenticchie che cuociono velocemente senza che ci sia bisogno di un periodo di ammollo prima. Grazie al fatto di essere decorticate sono molto digeribili e non provocano disturbi da fermentazione.
PEPERONI
Sono fonte di preziosi minerali tra cui magnesio, potassio, calcio, manganese, fosforo, e ferro. Sono anche pieni di vitamina C in grande quantità e E, J e K.
L’alto contenuto di vitamina C nel peperone lo classifica negli alimenti antiossidanti. Inoltre mangiare peperoni da senso di sazietà ed è quindi indicato il consumo nel caso di diete dimagranti o per tornare al peso forma.
SEDANO

Vitamine C e K, fibre, potassio, calcio, ferro e fosforo e flavonoidi con proprietà antiossidanti particolarmente al livello del cervello. Il sedano ha anche virtù funghicida dimostrate. Questo fragrante ortaggio è depurativo dell’organismo e remineralizzante. Anche il sedano ha proprietà calmanti e antidepressive. Benefico anche per le ossa il succo di sedano è ottimo per tonificare la pelle.
VERZA

Ricchissima di vitamina A la verza ha proprietà antiulcera grazie al suo contenuto di vitamina C in buone quantità. Ricca anche di sali minerali, è un ortaggio ricostituente dell’organismo. La verza contiene anche sostanze antiossidanti capaci di contrastare alcuni tumori.

Il suo buon contenuto di clorofilla apporta benefici al corpo in casi di anemia.
Il minestrone è un concentrato di benefici e salute, ipocalorico e assolutamente delizioso!










GALLETTE DI AVENA E SPINACI

INGREDIENTI (X6 pezzi):

  • 160 gr di fiocchi di avena
  • 100 gr di spinaci cotti sminuzzati
  • 350 gr di cipolla tritata
  • 1 cucchiaino di curry
  • 2 uova
  • 2 cucchiai di acqua
  • 2 cucchiai di prezzemolo sminuzzato
  • 1 spicchio d’aglio sminuzzato
  • 1 cucchiaio di olio EVO
  • Sale e pepe q.b.

PREPARAZIONE

1. Aggiungere all’uovo l’acqua ed incorporare.

2. Far rosolare la cipolla nell’olio.

3. Aggiungere in una ciotola ai fiocchi di avena gli spinaci, il prezzemolo, aglio, curry, sale e pepe.

4. Mischiare.

5. Aggiungere la cipolla cotta e l’uovo con l’acqua.

6. Mischiare.

7. Coprire con carta alluminio e lasciare in frigo 30 minuti.

8. Formare le gallette nel palmo della mano.

9. Cuocere in padella 4 minuti per lato.

10. Servire.

 

INFORMAZIONI

Le gallette di avena e spinaci Strabuon sono state pensate non solo per essere buone ma come sempre tendendo la mano alla salute. Veloci da preparare, possono essere congelate. Sono ideali per essere consumate sia nelle merende che nei pasti principali.
AVENA

Abbiamo utilizzato l’avena come sostituto del riso bianco sia per diminuire l’indice glicemico, molto alto nel riso, sia per la quantità di proteine presenti nell’avena, quasi il triplo del riso bianco.

L’avena è inoltre un’alimento ricco di fibre che aiutano l’intestino nel suo lavoro.
SPINACIO

Gli spinaci sono stati scelti perché contengono una discreta quantità di acido folico (utile alla formazione dei globuli rossi) e vitamina C. 
Composti dal 90% di acqua apportano uno scarso valore calorico.
CURRY

Abbiamo aggiunto alla ricetta il curry, spezia originaria dell’India e di Cylon. Nota fin dall’antichità questa spezia è conosciuta non solo per l’aroma ma per la sua stimolazione dei processi digestivi.
UOVA

Per aumentare l’apporto proteico abbiamo utilizzato le uova. Il loro apporto nutritivo è assai importate nell’alimentazione umana, il valore biologico delle sue proteine è di 93 contro il 69 della carne.
Una proteina è definita ad alto valore biologico quando contiene tutti gli amino acidi essenziali ed è quasi totalmente utilizzabile.
CIPOLLA

Ortaggio presente nell’alimentazione umana fin dall’ antichità, viene utilizzata nella ricetta per il suo aroma. Anticamente si credeva che la cipolla avesse virtù terapeutiche. Oggigiorno con l’avvento della scienza moderna si sono molto ridimensionate le sue virtù. Se consumata cruda in grandi quantità risulta avere modesta azione diuretica.
OLIO EVO

L’olio extravergine di oliva è utilizzato per il suo apporto di grassi vegetali. L’olio di oliva contiene circa l’80% da acido oleico (monoinsaturo)










SFORMATO DI GRANO SARACENO

INGREDIENTI (X8 persone):

  • 400 gr di grano saraceno
  • 200 gr di pecorino grattugiato
  • 800 ml di brodo vegetale
  • 35 gr di concentrato di pomodoro
  • 24 gr di lievito alimentare (sostituto del formaggio)
  • 2 cipolle
  • 2 Albumi d’uovo montati a neve
  • 2 peperoni rossi a striscioline
  • 2 spicchi d’aglio tritato
  • 2 cucchiai di olio EVO
  • 1 cucchiaino di timo
  • Sale e pepe q.b.

PREPARAZIONE

1. Aggiungere all’olio caldo la cipolla e il peperone, l’aglio e il timo.

2. Mescolare e far soffriggere per 4/5 minuti.

3. Aggiungere il grano saraceno ed incorporare.

4. Far tostare.

5. Aggiungere il brodo vegetale ed incorporare e cuocere a fuoco molto basso per circa 20 minuti.

6. Spegnere la fiamma e far intiepidire per circa 15 minuti.

7. Aggiungere il pecorino, il lievito alimentare, il concentrato di pomodoro e l’albume.

8. Incorporare.

9. Salare e pepare.

10. Incorporare.

11. Disporre in pirofila e coprire con carta alluminio.
12. Cuocere a 180° per 25 minuti.

 

INFORMAZIONI

Il grano saraceno è una graminacea con origini asiatiche. Il contenuto proteico del grano saraceno è comparabile alla carne e alla soia. Inoltre il grano saraceno è ricco di nutrienti essenziali cui vitamine del gruppo B, vitamina E, vitamina PP ed è anche ricco di ferro, sali minerali e fibre. Il grano saraceno è anche fonte di potassio, fosforo, manganese, magnesio e selenio.
Essendo privo di glutine, il grano saraceno è perfetto per chi soffre d’intolleranza o per chi è celiaco.

Questo delizioso seme ha anche proprietà energizzanti e remineralizzanti e consigliabile quindi in fasi di affaticamento e deperimento. Il grano saraceno è anche noto per le sue capacità a tonificare i vasi capillari.

La ricetta originale dello sformato di grano saraceno richiede una grande quantità di pecorino romano, la quale è stata semplicemente dimezzata per non eccedere con il colesterolo. Il formaggio tolto è stato rimpiazzato da lievito alimentare.

Il lievito alimentare del tipo saccharomyces cerevisiae è derivato della melassa e non è un lievito a uso alimentare (non è assimilabile al lievito per pane o dolci). Si presenta sotto forma di piccole scaglie friabili. Questo ingrediente è naturalmente ricchissimo di proteine (48,1 grammi per 100 gr di prodotto) oltre che di vitamine del gruppo B (B1 e B6).

L’uso di lievito alimentare ci ha quindi permesso di dimezzare la quantità di formaggio riducendo in modo rilevante il colesterolo e i grassi mentre lo sformato di grano saraceno si caricava di proteine e di vitamine.

E’ comune nella preparazione di sformati al forno usare il tuorlo dell’uovo. Sempre per evitare di caricare il piatto con colesterolo abbiamo sostituito il tuorlo dell’uovo con concentrato di pomodoro per l’effetto “legante”.

Questo delizioso piatto va cotto coperto con alluminio per mantenere umidità nello sformato finale. E’ fragrante e assolutamente delizioso.
Il profilo nutrizionale di questo piatto è molto buono, nutriente e con 15 grammi di proteine a porzione, tantissime fibre e carboidrati a lento assorbimento, quindi sazianti. Il colesterolo rimane sotto controllo con soli 13 mg a porzione. Il pecorino romano non poteva mancare e con lui un po’ di colesterolo.










FETTUCCINE DI CECI AI FUNGHI

INGREDIENTI (X4 persone):

  • 280 gr di sfoglia di ceci tagliata a fettuccine (vedere ricetta)
  • 500gr di funghi freschi o 75 gr di funghi secchi da reidratare
  • Prezzemolo
  • 2 cucchiai di olio EVO
  • ½ litro di acqua
  • 1 spicchio d’aglio
  • Sale e pepe, q.b.

PREPARAZIONE

1. Far soffriggere l’aglio, quando dorato toglietelo ed aggiungere i funghi tagliati a pezzetti non troppo piccoli.

2. Cuocere per circa 15 min. Alla fine salare e pepare.

3. Cuocere le tagliatelle in abbondante acqua salata, scolarle (conservare un bicchiere di acqua di cottura) e ripassarle nel tegame con i funghi.

4. Mentre si amalgamano ai funghi, aggiungere poco alla volta l’acqua di cottura fino ad ottenere la giusta cremosità.

5. Spolverare con del prezzemolo fresco tritato.

 

INFORMAZIONI

Le fettuccine di questa ricetta seguono l’altro video che abbiamo creato per la pasta fatta in casa. Fettuccine diverse, deliziose e sanissime grazie alla farina di ceci.
I ceci sono per noi fonte d’ispirazione e ormai la farina di ceci è alla base di ogni nostra pasta. I ceci hanno tanti vantaggi nutrizionali oltre ad essere deliziosi.

La farina di ceci è nutriente, contiene circa 20% di proteine, oltre il 17% di fibre alimentari ed è ricca di minerali come il potassio, calcio, fosforo, magnesio, sodio, ferro, zinco, rame, manganese e selenio.
I ceci sono anche fonte di vitamine importanti: B1 a B6, C, K, J e E.

Oltre a questi nutrienti e vitamine notiamo anche discrete quantità di amminoacidi tra cui arginina, isoleucina, lisina, acido aspartico e altri.
La farina di ceci ha anche un indice glicemico basso ottima per chi vuole una fonte di energia stabile per esempio nella pratica di sport o per un livello di attività sostenuto durante la giornata.

I ceci sono conosciuti per essere benefici nell’abbassare livelli di colesterolo cattivo e quindi di proteggere il cuore. Ci sono anche Omega 3 (acidi grassi saturi) nei ceci, benefici per la salute.

Non dimentichiamo le fibre che svolgono un ruolo importantissimo nell’assorbimento degli zuccheri nel sangue e che sono essenziali a un buon transito intestinale.
La nostra ricetta è semplice e molto gustosa. Il vantaggio della pasta di ceci è che rimane al dente ed è dotata da un gusto delizioso, perfetto in abbinamento con i funghi. Questo semplice piatto, a basso indice glicemico, fa felice gli sportivi in quanto pasta proteica, nutriente e non crea picchi glicemici.

Ideale per chi vuole rimanere in forma o mettersi a dieta.










CAKE DI VERDURE E COUSCOUS

INGREDIENTI (X8 persone):

  • 650 gr di zucchine pelate
  • 350 gr di carote pelate
  • 300 gr di peperone rosso (1 peperone)
  • 1 cipolla sminuzzata
  • 6 albumi d’uovo (240 grammi)
  • 20 cl di panna di soia
  • 3 cucchiai di couscous
  • 65 gr di grana grattugiato
  • 3 cucchiai di prezzemolo sminuzzato
  • 1 cucchiaino di olio extra vergine di oliva
  • Noce moscata q.b.
  • Sale e pepe q.b.

PREPARAZIONE

1. Sminuzzare la cipolla, tagliare il peperone a dadini piccoli e farli rosolare per 5 minuti in padella con un cucchiaino di olio.

2. Grattugiare zucchine e carote ed aggiungerle al composto e far cuocere a fuoco lento e coperto per 15 minuti.

3. Far evaporare l’acqua di cottura per qualche minuto.

4. Riscaldare il forno a 200 gradi.

5. In ciotola versare gli albumi, la panna di soia, sale pepe e noce moscata. Mischiare.

6. Correggere le verdure con sale e pepe. Aggiungere il couscous, prezzemolo, formaggio ed il composto albume-panna di soia. Incorporare bene.

7. Versare il composto ottenuto in una forma in silicone e cuocere in forno a 200° per 40 minuti.

 

INFORMAZIONI

Alcuni piatti sono particolarmente delicati e deliziosi nella loro semplicità. Racchiudono sapori e aromi. Sono leggeri compagni di pesce al vapore o carne alla griglia.

Il nostro cake di verdure e couscous è la sorpresa che saprà cambiare la tavola con un’alternativa alle solite verdure al vapore o grigliate. E un piatto vegetariano senza colesterolo.

Con un volume basso di calorie a porzione, questo contorno si può integrare ad una dieta dimagrante. Questa ricetta è sembrata particolarmente indicata per chi vuole mangiare pulito senza rinunciare alla golosità.

Le intolleranze alimentari ci hanno spinto ad sostituire la panna vaccina con la panna di soia. Il nostro cake di verdure e couscous è privo di colesterolo dalle uova perché abbiamo tolto il tuorlo, che possiamo tranquillamente eliminare in quanto è l’albume che permette di legare gli ingredienti.

Per il sapore, il gusto autentico di carota, peperone e zucchine viene esaltato dall’aroma inconfondibile della noce moscata.

Il risultato è un piatto delizioso, cremoso e gustosissimo e con 130 calorie a porzione questa ricetta accompagna a meraviglia un pesce lesso, alla griglia o al forno.










TAGLIOLINI DI ZUCCHINA AL GRANA

INGREDIENTI (X2 persone):

  • 400 gr di zucchine senza estremità e pelate
  • 200 gr di pomodori, semi e acqua di vegetazione rimossi
  • Basilico tagliato a striscioline
  • 20 gr di scaglie di grana padano
  • 1 cucchiaino di olio EVO
  • ½ limone, succo
  • Sale, pepe q.b.

PREPARAZIONE

1. Tagliare le zucchine a mo di tagliolini e porle in una ciotola e aggiungere il succo di limone, l’olio di oliva, il sale ed il pepe. Mescolare.

2. Tagliare i pomodori a spicchi sottili, il basilico a striscioline ed aggiungerli ai tagliolini e mischiare.

3. Spolverare con scaglie di grana padano.

 

INFORMAZIONI

La pasta è in Italia un piatto così classico da formare la struttura dei pasti. D’estate la pasta fredda permette di comporre insalate deliziose e golose. Tuttavia la pasta rimane la pasta. Un alimento ricco di zuccheri veloci e molto calorico. Essendo ad alta densità calorica l’aggiunta di condimenti e di olio di oliva carica ancora di più il conto calorico fino ad arrivare a volte, anche per insalate estive, a notevoli quantità di carboidrati veloci in eccesso.

Per ovviare al problema, abbiamo sviluppato una ricetta molto semplice usando la polpa di zucchine per formare una pasta vegetale, ipocalorica e ricca di vitamine e di sali minerali utilissimi al buon funzionamento del corpo e particolarmente indicate di estate quando la sudorazione spazza via grandi quantità di sali minerali.
Le zucchine sono ipocaloriche con solo 16 calorie per 100 grammi. Sono ricche di vitamine cui vitamina C e vitamina A inoltre a minerali cui ferro, potassio e sodio. I tagliolini di zucchine sono quindi una pasta vegetale ideale per una dieta leggera e super gustosa.

Il condimento di questa pasta vegetale è semplice e ispirato al classico “pomodoro e basilico”. Le zucchine vengono ammorbidite con un semplice succo di limone fresco per il suo gusto e perché rafforza il contenuto in vitamina C del piatto. Il pomodoro porta con se il suo prezioso licopene, agente antitumorale, e le vitamine A e C oltre al suo inconfondibile aroma. Raccomandiamo l’uso di pomodori ben maturi per un risultato ottimale.

Il basilico viene tagliato a striscioline piccole per liberare il suo profumo in tutto il piatto.
Usiamo poco olio di oliva per questo piatto considerando che le zucchine rilasciano un po’ di acqua il che rende il piatto sugoso. I tagliolini di zucchina sono facili da preparare e molto veloci essendo preparati al momento.
Per rendere questa pasta vegetale ancora più vicina alla pasta classica aggiungiamo qualche scaglie di grana sopra al piatto prima di servire. Il grana è delizioso e si combina a meraviglia con i tagliolini di zucchina al pomodoro.

Questa ricetta accontenta l’occhio e il gusto e sarà la vostra pasta per l’estate!










FUSILLI A BASSO IG CON SEITAN E MELANZANE

INGREDIENTI (X2 persone):

  • 160 gr di fusilli a basso IG
  • 210 gr di seitan al naturale a pezzetti
  • 150 gr di melanzana a cubetti
  • 2 cucchiai di olio EVO
  • Aglio in polvere q.b.
  • Sale q.b.
  • Prezzemolo tritato q.b.
  • Peperoncino q.b.

PREPARAZIONE

1. Scaldare l’olio e cuocere la melanzana.
2. Rosolare.

3. Aggiungere il seitan.

4. Aggiungere sale, aglio e prezzemolo.

5. Incorporare.

6. Cuocere a fuoco medio basso.

7. Cuocere la pasta da 5/7 min.

8. Versare la pasta nel condimento e mischiare.

9. Servire.

 

INFORMAZIONI

La ricetta dei fusilli a basso IG con seitan e melanzane è stata ideata basandoci sulla proporzione del 30/40/30, il che vuol dire che a livello di apporto calorico il: 30% deriva dalle proteine, il 40% dai carboidrati ed il restante 30% dai grassi.
Abbiamo usato la pasta a basso IG per ottenere un lento rilascio di zuccheri, il che la rende saziante e non avremo la tipica sonnolenza post pasto. L’utilizzo del seitan in sostituzione della carne rende non solo questa pasta priva di colesterolo ma adatta anche a chi segue una dieta vegana. La melanzana è aggiunta per il suo basso apporto calorico e per il sapore.
Questo piatto è adatto non solo a chi vuole stare attento alla linea ma anche per chi vuole mettere su massa muscolare.
FUSILLI A BASSO IG
Pasta ricca di fibra con il suo 15%, risulta averne il doppio di quella integrale, è ottima. Aiuta ad aumentare il senso di sazietà e non provoca gonfiore. Consente un minor assorbimento calorico. Contribuisce a tenere sotto controllo il colesterolo e a regolarizzare l’intestino. Il suo indice glicemico è di 23. Per 100 grammi di pasta abbiamo 15 grammi di proteine.
SEITAN
È un alimento che si ricava dal glutine del grano, estremamente proteico tanto da esser conosciuto anche come carne del grano.
Molto usato nell’alimentazione vegana e vegetariano proprio come sostituto della carne. Bisogna però ricordare sempre che gli alimenti di origine vegetale sono molto carenti di vitamina B12 (di origine animale) e va integrata. È ottimo mangiato con legumi che consentono di ottimizzare l’assimilazione delle proteine del seitan.
Tra i benefici del seitan c’è sicuramente quello di essere privo sia di grassi saturi che di colesterolo il che lo rende anche molto meno calorico.
MELANZANA
Tra le proprietà della melanzana c’è quella di combattere i radicali liberi ed è ottima anche nel prevenire varie malattie. Ricca di potenti antiossidanti, contiene tra l’ altro acido clorogenico e nasunina, due molecole che svolgono una notevole attività contro i radicali liberi che hanno un ruolo centrale contro: infiammazioni, invecchiamento e malattie cardiovascolari.










CREMA DI POLLO

INGREDIENTI (X6 persone):

  • 10 gr di burro
  • ½ cipolla tritata
  • 200 gr di petto di pollo a cubetti
  • 750 ml di brodo di pollo
  • 200 ml di panna di soia
  • 2 cucchiai di farina bianca
  • Sale, pepe, q.b.

PREPARAZIONE

1. Sciogliere il burro a fuoco medio e far imbiondire la cipolla.

2. Aggiungere i cubetti di pollo e far cuocere finché non saranno morbidi.

3. Versare il brodo nella pentola, correggere di sale e pepe e portare ad ebollizione. Cuocere per 15 min su fuoco medio.

4. Abbassare la fiamma ed incorporare la panna di soia.

5. Stemperare la farina con 2 cucchiai d’acqua e versare in pentola.

6. Cuocere per altri 15 min mescolando di tanto in tanto.

7. A cottura ultimata spolverare di pepe nero.

 

INFORMAZIONI

Per questo video ci siamo ispirati alla cucina libanese. Ricetta semplice e molto facile da realizzare. Questa zuppa è anche di solito molto apprezzata dai bambini.

La crema di pollo è nutriente e proteica. Abbiamo ridotto il colesterolo nella ricetta sostituendo la panna classica con la panna di soia.
Questa crema è indicata per chi cerca ad assumere quantità maggiore di proteine. In forma liquida risulta molto più facile aumentare il proprio consumo di proteine.

Con 135 calorie a porzione la crema di pollo è perfetta anche di sera contenendo soli 6,8 grammi di carboidrati per 10 grammi di proteine. L’unica spezia che abbiamo usato è il pepe nero.

L’autunno è alle porte, pensateci!










GAZPACHO

INGREDIENTI (X4 persone):

  • 250 gr di cetriolo
  • 200 gr di peperone giallo
  • 600 gr di pomodori maturi
  • 80 gr di cipolle novelle
  • 1 spicchio d’aglio
  • ¼ cucchiaio di zucchero semolato
  • 2 cucchiai di aceto balsamico invecchiato
  • 1 cucchiaio di olio EVO
  • 10 cl di acqua minerale naturale
  • Tabasco, q.b.
  • Sale, pepe, q.b.

PREPARAZIONE

1. Tagliare le verdure a pezzi.

2. Porre le verdure nel frullatore con l’acqua.

3. Versare il frullato in una ciotola.

4. Aggiungere l’aceto, l’olio, sale e pepe, zucchero, tabasco.

5. Mischiare e porre in frigo per almeno 1 ora.

 

INFORMAZIONI

Il gazpacho è un classico della cucina iberica ed una zuppa fredda fantastica per l’estate. E’ molto semplice da realizzare e l’abbiamo realizzato senza aggiunta di pane o di patate, come lo propongono altre ricette.

Il nostro interesse per il gazpacho nasce dalla necessità durante la stagione estiva di contrastare gli effetti demineralizzanti della sudorazione. Stando esposto al sole e al calore estivo in generale, si verifica spesso una sensazione di debolezza e affaticamento che sono spesso il segnale che è arrivato il momento di ricaricare le proprie scorte di minerali e vitamine.

Il gazpacho ha anche capacità idratante grazie al cetriolo, povero di calorie ma molto ricco di acqua. Insieme alla base idratante si aggiungono la vitamina C del peperone e i pomodori ben maturi portano con loro un carico di vitamine e di licopene, potente antiossidante. Per condire questo frullato di verdure che è il gazpacho, si usa l’aglio che ha proprietà antisettiche e antibiotiche comprovate, l’aceto balsamico invecchiato per un gusto inconfondibile e per rendere il nostro gazpacho più italiano. Tabasco, sale e pepe sono aggiunti secondo gusto ma senza esagerare.










RAVIOLI DI TACCHINO A BASSO IG

INGREDIENTI (X6 persone):

  • 350 gr di farina a basso IG
  • 3 + ½ uova
  • Sale q.b
  • Per il ripieno:

  • 50 gr di sedano
  • 50 gr di carota
  • 50 gr di cipolla
  • 1 cucchiaio di olio EVO
  • 250 gr di tacchino macinato
  • 25 ml di vino bianco
  • Noce moscata q.b
  • 1 cucchiaino raso di guar
  • Sale q.b.

PREPARAZIONE

1. Rosolare l’alloro.

2. Aggiungere la cipolla, il sedano e la carota, tutti tritati. Far soffriggere.

3. Aggiungere il macinato di tacchino.

4. Cuocere girando di tanto in tanto.

5. Condire con sale e pepe e sfumare col vino.

6. Far asciugare ma non troppo. Poi lasciar raffreddare.

7. Versare nella farine le uova, il sale ed incorporiamo.

8. Aggiungiamo al ripieno la noce moscata e la farina di semi di guar.

9. Mischiare.

10. Stendere la pasta in due sfoglie di uguale grandezza.

11. Posizionare mucchietti di ripieno su metà della sfoglia.

12. Coprire con l’altra metà.

13. Sigillare i mucchietti e tagliarli con una rondella taglia pasta.

14. Cuocere in acqua bollente e salata per circa 3 minuti.

15. Servire.

 

INFORMAZIONI

Non potevano mancare nella nostra cucina i ravioli fatti in casa nella versione Strabuon, a basso IG con ripieno di tacchino. Sono un classico della cucina italiana. Per far legare il ripieno abbiamo utilizzato la farina di semi di guar. La noce moscata dona il suo aroma inconfondibile che si sposa benissimo con il vino bianco utilizzato nel ripieno.

Come già fatto in altre ricette abbiamo scelto la farina a basso indice glicemico così da rendere più sazianti i ravioli ed evitare il picco glicemico.
La farina a basso IG è anche più proteica della classica il che rende questo primo piatto perfetto per chi fa sport.
TACCHINO
Alimento ricco di proteine. La sua carne è molto simile a quella del pollo. Spesso viene sottovaluta ma è molto adatta anche per l’alimentazione infantile. È una carne molto magra, circa 3 grammi e conta meno di 1 gr di carboidrati per 100 gr e ben 22 grammi di proteine. La parte grassa, come nel pollo, è concentrata nella pelle.
CAROTA
Ortaggio ricco di caroteni sostanze che vengono trasformate dal corpo in vitamina A, importantissima per il benessere di pelle, mucose epiteli ghiandolari. Ha anche un ruolo chiave nelle funzioni che coinvolgono la vista. La vitamina A aiuta anche le risposte immunitarie alle infezioni in genere.
SEDANO
Composto per oltre 85% da acqua è ideale nelle diete dimagranti. Apporta scarso valore nutritivo. Viene utilizzato per il suo aroma.
VINO BIANCO
Al contrario dei superalcolici , liquori o aperitivi, il vino è una bevanda viva (biologicamente) nella sua composizione sono presenti oltre all’alcol, zuccheri, sali organici, minerali, lieviti, fermenti e molto altro ancora. Ad oggi se ne contano più di 400.










GRATIN DI VERDURE ALLA CREMA CAPRINA

INGREDIENTI (X6 persone):

  • 1 peperone giallo
  • 1 bella zucchina
  • 1 pomodoro medio
  • 1 cipolla
  • 1 spicchio d’aglio sminuzzato
  • 1 cucchiaio di olio evo
  • Timo fresco q.b.
  • Menta fresca q.b.
  • Peperoncino in polvere q.b.
  • Sale e pepe q.b.
  • Per la crema caprina:

  • 1 uovo
  • 1 cucchiaio di farina bianca
  • 100 grammi di caprino fresco
  • 20 cl di latte di soia o di panna di soia

PREPARAZIONE

1. Riscaldare il forno a 170°C.

2. Riscaldare l’olio in una pentola su fuoco medio.

3. Cuocere le verdure in ordine di tempo.

4. La cipolla tagliata non troppo fine e il peperone giallo tagliato a cubetti. Cuocere per 3 minuti.

5. La melanzana tagliata a cubetti. Cuocere per 3 minuti.

6. La zucchina e il pomodoro. Cuocere per 3 minuti.
7. Fuori dal fuoco aggiungere il timo fresco, la menta fresca, il peperoncino, l’aglio e il sale.

8. Rimettere sul fuoco per 2 minuti e mischiare gli ingredienti.

9. Versare il tutto in una forma tonda di porcellana per il forno. Riservare.

10. In una ciotola sbattere l’uovo e incorporare la farina.

11. Aggiungere il formaggio caprino. Incorporare bene.

12. Aggiungere peperoncino e sale.

13. Aggiungere la panna o il latte di soia. Mischiare.

14. Versare la crema sulle verdure e coprirle bene tutte.

15. Infornare a 170° per 25/30 minuti.

 

INFORMAZIONI

L’idea per questa ricetta viene dalla Francia e più precisamente da un dolce.
La nostra versione è salata e abbiamo fatto qualche cambiamento all’originale. Le verdure sono tagliate a pezzi non troppo piccoli perché diano corpo al prodotto finale. L’ordine di cottura della cipolla, dei peperoni, delle melanzane, delle zucchine e dei pomodori permette di cuocere l’insieme degli ingredienti per il giusto tempo.

Per assemblare la casseruola di verdure si prepara una crema al formaggio caprino fatta con formaggio fresco e panna di soia. Nella nostra ricetta teniamo sotto controllo il colesterolo e scopriamo un formaggio fresco gustoso e cremoso che contrasta a meraviglia tutto lo slancio di peperone, cipolla, aglio, timo e peperoncino.

Nel caso in cui si volesse ridurre il colesterolo ancora di più consigliamo di usare solo l’albume dell’uovo. In questo modo rimane solo poco colesterolo contenuto nel formaggio di capra fresco. Togliendo il tuorlo dell’uovo si tolgono anche calorie e grassi.
Questa ricetta è perfetta per quando vogliamo cucinare per gli amici o per dare alla tavola una nota di sofisticata senza esagerare.










FAJITAS

INGREDIENTI (X4 pezzi):

  • 100 gr farina a basso IG
  • 20 ml di olio di semi
  • 60 ml acqua
  • Sale q.b.
  • 1 gr lievito
  • 60 gr cipolla
  • 400 gr polpa di pomodoro
  • 2 cucchiaini di olio EVO
  • Sale, q.b.
  • Peperoncino q.b.
  • 200 gr peperone giallo
  • 180 gr di straccetti di vitella
  • 40 gr di lattuga (4 foglie)
  • 4 cucchiai di yogurt

PREPARAZIONE

1. Versare 1 cucchiaino d’olio in padella calda
.
2. Far appassire la cipolla per qualche minuto
.
3. Aggiungere la polpa di pomodoro
.
4. Versare sale e peperoncino.

5. Mischiare e far ridurre.

6. Versare in altra padella 1 cucchiaino d’olio e i peperoni
.
7. Salare e mischiare. Aggiungere l’acqua e coprire.

8. Salare in una padella calda gli straccetti e far cuocere per qualche minuto.

9. Su una tortilla spalmare un po’ di salsa piccante, porre 1 foglia di lattuga, i peperoni, gli straccetti e lo yogurt.

10. Richiudere la tortilla su se stessa.
11. Ripetere l’operazione per tutte le tortillas.

 



INFORMAZIONI

Dopo le tortillas adesso prepariamo delle fajitas, un piatto tipico della cucina TEX MEX.
La nostra versione delle fajitas è molto leggera e davvero golose!
Pochi grassi come al nostro solito e tanto sapore. Ingredienti semplici tra cui cipolla, pomodoro, peperone, peperoncino, poco sale, vitella magra, yogurt magro e lattuga romana. Il tutto avvolto nelle nostre tortillas a basso indice glicemico preparate con la farina FiberPasta.
Un piatto semplice e gustoso, veloce da preparare e assolutamente irresistibile!










CHILI CON CARNE

INGREDIENTI (X6 pezzi):

  • 400 gr macinato di vitella
  • 150 gr di cipolla
  • 250 gr di fagioli neri cotti
  • 700 ml di passata di pomodoro
  • 400 ml di polpa di pomodoro
  • ½ cucchiaino di origano
  • ½ cucchiaino di pepe nero
  • 1 cucchiaino di sale
  • 1 cucchiaino di cumino
  • 2 cucchiaini di peperoncino
  • 2 cucchiaini di yogurt (a porzione)
  • Erba cipollina q.b.

PREPARAZIONE

1. Cuocere il macinato in padella antiaderente per 5 – 7 minuti dividendolo
2. Trasferire la carne in una pentola
3. Aggiungere la passata, la polpa, i fagioli cotti, la cipolla
4. Mischiare
5. Aggiungere cumino, sale, pepe, origano e peperoncino
6. Mischiare
7. Coprire e cuocere per 25 min. se necessario cuocere qualche altro minuto
8. Servire caldo con sopra yogurt e erba cipollina

 

INFORMAZIONI

Il chili con carne è un classico della cucina messicana e tex mex. Di solito viene caricato di troppi grassi il che lo rende difficilmente digeribile. Abbiamo quindi rielaborato la ricetta per un risultato molto più leggero senza perdere il sapore unico di questo piatto.


Ingredienti semplici macinato magro di vitella, pomodoro, fagioli neri cotti al vapore, cipolla, cumino, sale, pepe, origano e una buona dose di peperoncino. Cottura ridotta a 25 minuti per un risultato fenomenale! Le quantità indicate per questa ricetta permettono di fare 6 porzioni di 250 grammi così da poter congelarle e gustarsi un chili con carne equilibrato molto facilmente!


Ricetta da provare e riprovare!









RISO AL CURRY

INGREDIENTI (X4 porzioni):

  • 200 gr riso basmati
  • 400 ml di acqua
  • 1 cipolla media
  • 2 cucchiai di curry
  • Sale q.b.

PREPARAZIONE

1. Versare l’acqua sul riso
2. Coprire e portare ad ebolizione
3. Quando bolle abbassare fiamma e cuocere 10 m in.
4. Spegnere e lasciar riposare coperto 10 min.
5. Aggiungere all’olio la cipolla e curry
6. Far appassire la cipolla
7. Aggiungere il riso e mischiare
8. Servire

 

INFORMAZIONI

Spesso il riso in bianco diventa noioso, con questa ricetta molto semplice darai ai tuoi pasti un tocco di oriente per trasformare il tuo riso in bianco in un delizioso primo con il vantaggio di un indice glicemico medio (quindi più saziante).

Questo piatto è molto veloce da preparare e si congela benissimo. Noi porzioniamo i nostri pasti in anticipo per i giorni in cui non abbiamo tempo di cucinare ma voglia di mangiare qualcosa di buono!

 

You hold the key to changing yourself. Nobody else can do it for you. Dare being your best self.

Questo sito usa cookie per fornirti una navigazione migliore. Se usi http://www.strabuonbodyworks.com, acconsenti all'utilizzo dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi