ARTICOLI
ANTIPASTI - STRABUON BODYWORKS
51
page,page-id-51,page-template-default,ajax_fade,page_not_loaded,,side_area_uncovered_from_content,qode-theme-ver-10.1,wpb-js-composer js-comp-ver-5.0.1,vc_responsive

ANTIPASTI













ARANCINI DI RISO INTEGRALE

INGREDIENTI (x6 arancini):

  • 200 gr di riso integrale
  • 400 ml di acqua minerale
  • 20 gr di panna di soia
  • 20 gr di grana padano grattugiato
  • 6 pezzi di grana padano, cad 18 gr circa
  • 200 gr di spinaci lessi, tritati
  • 1 cucchiaino di curcuma
  • Sale, pepe q.b.

Per l’impanatura:

  • 1 uovo
  • Pangrattato, q.b.

PREPARAZIONE

1. Cuocere il riso in pentola a pressione per 25 min dal fischio a fiamma bassa.
2. Incorporare in una ciotola il riso integrale cotto, gli spinaci sminuzzati, il grana padano grattugiato, la panna di soia, la curcuma, sale e pepe.
3. Ottenere un impasto omogeneo e dividerlo in 6 parti uguali.
4. Nel palmo della mano formare una mezza sfera con la metà del di 1 delle 6 parti di riso e porre al centro un pezzo di grana. Richiudere con l’altra metà del riso.
5. Passare ogni arancio nell’uovo sbattuto e poi nel pangrattato.
6. Porre su carta forno e cuocere a 180 gradi per 30 minuti.




INFORMAZIONI
Gli arancini di riso integrale Strabuon sono una ricetta alternativa al grande classico della cucina siciliana. L’arancino va di solito preparato con riso bianco il che pone il problema di un indice glicemico alto. In effetti, il riso fornisce all’organismo zuccheri che sono assorbiti molto velocemente. Di conseguenza, abbiamo scelto il riso integrale che presenta un indice glicemico medio (IG di 50 invece di 70 per il riso comune).

A differenza del riso bianco comune, il riso integrale non subisce particolari alterazioni e rimane quindi integro con le sue fibre e vitamine. La presenza della parte esterna del chicco favorisce un’assimilazione più lenta degli zuccheri contenuti e facilita anche la digestione senza affaticare la digestione nè creare sonnolenza come il riso bianco. Inoltre, la presenza di niacina, una vitamina del gruppo B, nel riso integrale ha proprietà protettive dell’apparato cardiocircolatorio ed intestinale.
Gli arancini di riso integrale al cuore di grana contengono anche una buona quantità di spinaci, che portano discrete quantità di acido folico, una sostanza molto utile alla formazione dei globuli rossi nel sangue e che favorisce il rinnovamento cellulare nell’organismo.
Il grana è impiegato sia nella preparazione dell’impasto degli arancini di riso integrale che per formare il loro cuore fondente. Il grana è un formaggio proteico e ricco di sali di calcio. La lavorazione di questo formaggio è molto controllata e consigliamo quindi l’uso di una varietà DOP.
La ricetta degli arancini di riso integrale al cuore di grana necessita l’uso di riso integrale cotto. Per comodità, consigliamo una cottura in pentola a pressione. Il riso integrale va cotto in due volumi di acqua per uno di riso per 25 minuti a partire dal fischio, su fuoco basso. Una volta cotto, lasciar la pressione della pentola scendere da sola per 5/10 minuti prima di aprire. Il riso deve essere cotto, ancora al dente, e senza acqua in eccesso.
Una volta pronti gli aranci vanno cotti al forno per un ottimo risultato e per evitare la cottura nell’olio. Questo metodo di cottura produce arancini gustosi e croccanti semplicemente deliziosi!





CREMA DI POLLO

INGREDIENTI (x6 persone):

  • 10 gr di burro
  • ½ cipolla tritata
  • 200 gr di petto di pollo a cubetti
  • 750 ml di brodo di pollo
  • 200 ml di panna di soia
  • 2 cucchiai di farina bianca
  • Sale, pepe, q.b.

PREPARAZIONE

1. Sciogliere il burro a fuoco medio e far imbiondire la cipolla.
2. Aggiungere i cubetti di pollo e far cuocere finché non saranno morbidi.
3. Versare il brodo nella pentola, correggere di sale e pepe e portare ad ebollizione. Cuocere per 15 min su fuoco medio.
4. Abbassare la fiamma ed incorporare la panna di soia.
5. Stemperare la farina con 2 cucchiai d’acqua e versare in pentola.
6. Cuocere per altri 15 min mescolando di tanto in tanto.
7. A cottura ultimata spolverare di pepe nero.




INFORMAZIONI
Per questo video ci siamo ispirati alla cucina libanese. Ricetta semplice e molto facile da realizzare. Questa crema è molto apprezzata anche dai bambini.
La crema di pollo è nutriente e proteica. Abbiamo ridotto il colesterolo nella ricetta sostituendo la panna classica con la panna di soia. Questa crema è indicata per chi cerca di assumere quantità maggiore di proteine. In forma liquida risulta molto più facile aumentare il consumo di proteine.
Con 135 calorie a porzione la crema di pollo è perfetta anche di sera contenendo soli 6,8 grammi di carboidrati per 10 grammi di proteine. L’unica spezia che abbiamo usato è il pepe nero, usato in Marocco ed anche in Italia.
L’autunno è alle porte, pensateci!





HUMMUS DI SOIA

INGREDIENTI:

  • 250 gr di fagioli di soia cotti
  • 2 cucchiai di salsa Tahini
  • 2 cucchiai di olio EVO
  • Succo di ½ limone
  • Aglio in polvere q.b.
  • Sale q.b.

PREPARAZIONE

1. Ridurre la soia in crema.
2. Aggiungere la salsa Tahini.
3. Il succo di limone.
4. L’olio EVO.
5. Il sale.
6. L’aglio.
7. Mescolare.




INFORMAZIONI
Nella nostra cucina, che spesso strizza l’occhio a quella estera, non poteva mancare la versione Strabuon dell’Hummus. Fatto con la soia.
Abbiamo scelto come legume la soia invece del cece perché più proteica nell’ottica della nostra cucina per sportivi. Tra gli atri ingredienti troviamo il succo di limone, l’aglio, il sale, l’olio e la salsa Tahini. Ottimo come antipasto, si consiglia di servirlo sempre freddo.

SOIA

Tra i legumi più proteici, contiene tra il 35-40% di proteina, il 15-20% di grassi polinsaturi e il 15-20% di carboidrati solubili, nonché una notevole quantità di lecitina.
Il suo elevato contenuto di fibre e la quasi assenza di amidi la rendono un’alimento a basso indice glicemico. Particolarmente adatto a chi soffre di diabete.
Le fibre hanno inoltre effetti benefici sull’intestino, regolandone la funzionalità e dando inoltre senso di sazietà, regolano anche i tempi di digestione.

SUCCO DI LIMONE

Agrume ricco di vitamina C. appartiene al gruppo della frutta acidula, caratterizzato ad un’alta presenza d’acqua, acido citrico e pochi zuccheri.
Il succo di limone viene spesso usato come alternativa all’aceto classico.

AGLIO

Uno dei condimenti aromatici più usati. Il suo apporto nutritivo è molto scarso tenendo conto che si usa in piccole dosi. L’aglio è un coadiuvante nelle cure ipertensive e antielmintiche. Migliora la digestione.

OLIO EXTRAVERGINE DI OLIVA

A differenza di quello che spesso si crede e si sente, l’olio di oliva è ottimo per friggere, questo perché anche se portato a temperature piuttosto alte non si decompone e non dà origine a sostanze dannose.
L’olio di oliva è molto digeribile grazie all’acido oleico che contiene e che va a stimolare la contrazione della cistifellea, favorendo il rilascio di acidi biliari.

SALSA TAHINI

Crema a base di semi di sesamo tipica della cucina mediorientale, usata come condimento o come ingrediente in preparazioni salate e dolci.
Il tahin è ricco di vitamina B, magnesio, ferro, selenio, grassi insaturi, sesaminolo (utile a combatte i radicali liberi) e calcio.





TSATSIKI

INGREDIENTI:

  • ½ cetriolo
  • 3 spicchi d’aglio
  • 1 pizzico di sale
  • 350 gr di yogurt greco
  • 1 cucchiaio di aceto di vino
  • 2 cucchiai di olio EVO
  • 1 cucchiaino di menta o aneto

PREPARAZIONE

1. Pelare e grattugiare il cetriolo. Pressarlo per togliere l’acqua il più possibile.
2. Schiacciare l’aglio con il sale.
3. Mischiare la polpa di cetriolo, aglio e lo yogurt.
4. Incorporare l’olio, l’aceto e mischiare bene.
5. Aggiungere l’aneto/menta e mischiare.
6. Servire fresco.




INFORMAZIONI
Piatto tipicamente Greco, lo tsatsiki è una prelibatezza semplice, nutriente e veloce da preparare. Pochi ingredienti per una ricetta con poche calorie e tanto gusto! Lo yogurt greco contiene 96 calorie ogni 100 grammi. L’altro ingrediente dello tsatsiki è il cetriolo che contiene solo 14 calorie ogni 100 grammi.
Nella preparazione dello tsatsiki è molto importante far si che l’acqua contenuta nella polpa del cetriolo sia rimossa il più possibile.
La freschezza dell’ortaggio con la cremosità dello yogurt si uniscono alla perfezione. Menta o aneto perfezionano le note fragranti dello tsatsiki. E’ particolarmente delizioso con il nostro pane 1000 buchi.
Questa ricetta è perfetta per chi segue una dieta dimagrante o per chi vuole controllare il volume di carboidrati nei propri pasti.





INSALATA RUSSA SENZA UOVA

INGREDIENTI:

  • 200 gr di piselli cotti
  • 150 gr di carote cotte a dadini
  • 200 gr di patate lesse tagliate a dadini
  • 120 gr di maionese senza uova (ricetta Strabuon)
  • 1 cucchiaio di aceto
  • Sale, q.b.

PREPARAZIONE

1. Cuocere le patate sbucciate e fatte a pezzetti in acqua già calda per 20 min circa. Poi far raffreddare.
2. Pulire e lessare le carote in acqua già calda per 10 min. Poi far raffreddare e tagliare a pezzetti.
3. Mettete le carote e le patate in un recipiente, un cucchiaio di aceto e un pò di sale.
4. Aggiungere i piselli sgocciolati.
5. Aggiungere la maionese senza uova e incorporare il tutto.
6. Coprite con un foglio di pellicola per alimenti e riponetela in frigorifero.




INFORMAZIONI
Insalata russa senza uova, una ricetta deliziosa per un gran classico della tradizione culinaria rivisitato in chiave salutare e per chi cerca di limitare l’assunzione di colesterolo. L’insalata russa di Strabuon è quindi una versione dove le uova sono state sostituite sia nella maionese sia come ingrediente grazie alla nostra maionese senza uova preparata con latte di soia, aceto e curcuma.
L’insalata russa è un piatto semplice e veloce da realizzare. Per un risultato ottimale si consiglia di cuocere le verdure finchè non saranno tenerissime e si scioglieranno in bocca.
Le uova conferiscono di solito alla maionese un gusto unico e potremmo pensare che la loro assenza potebbe rovinare un piatto come l’insalata russa dove è l’ingrediente star. Invece l’assenza delle uova non si sente assolutamente mentre la cremosità del piatto rimane intatta. Questa versione dell’insalata russa rimane golosissima e ricca considerando che la maionese Strabuon contiene, come ogni maionese, olio di semi.
Tuttavia l’insalata russa senza uova è molto più leggera di quella classica e meno calorica. Ha anche il vantaggio di non avere colesterolo ed è quindi un’opportunità per chi è affetto da livelli alti di colesterolo per tornare a gustare questo piatto.
Nel caso in cui si vuole avere un piatto con il gusto “di zolfo” delle uova, il trucco è di aggiungere alla maionese Strabuon un pizzico di sale nero. Quest’ingrediente (di colore rosa) è ormai reperibile presso i supermercati, è molto usato nella cucina indiana.
L’insalata russa viene lasciata qualche ora in frigorifero per un gran risultato finale!





VERDURE GRIGLIATE AL LIMONE

INGREDIENTI (x 4 persone):

  • 600 gr di melanzane tagliate a rondelle
  • 400 gr di zucchine tagliate a fette
  • 2 cucchiai di olio
  • 1 limone (succo)
  • 1 cucchiaino di aglio in polvere
  • Prezzemolo fresco sminuzzato, q.b.
  • Sale, q.b.

PREPARAZIONE

1. Pulire le melanzane e le zucchine ed affettarle a rondelle.
2. Riscaldare la piastra antiaderente a fuoco medio e cuocere le rondelle di melanzane 3 minuti per lato. Riservare.
3. Cuocere le fette di zucchina sulla piastra 2 minuti per lato. Riservare.
4. In una ciotolina, mescolare l’olio EVO e il succo di limone. Incorporare l’aglio in polvere, il sale e metà del prezzemolo fresco tritato. Mischiare bene.
5. Disporre le verdure sul piatto e condire con la salsa.
6. Lasciar raffreddare.
7. Spolverare le verdure con l’altra metà del prezzemolo.






INFORMAZIONI
Le verdure grigliate al limone di Strabuon sono un piatto leggero e aromatico, perfetto da gustarsi come contorno di pesce o carne o semplicemente da sole.
La cottura alla griglia ha il vantaggio di non necessitare olio e quindi di non caricare gli ingredienti di grassi. Le verdure grigliate al limone vengono condite a crudo con una mix aromatico composto da olio extravergine di oliva nella giusta quantità per non appesantire il piatto, succo di limone fresco, prezzemolo e aglio in polvere o fresco sminuzzato finemente. L’uso di aglio in polvere è comodo perché distribuisce il sapore in modo uniforme e produce una nota aromatica meno aggressiva di quella dell’aglio fresco.
Le nostre verdure grigliate al limone sono semplici, facili da preparare ed ipocaloriche con sole 117 calorie a porzione. Sono quindi indicatissime in fase di controllo calorico e nei periodi di dimagrimento senza tuttavia rinunciare al gusto e all’olio di oliva.
Le melanzane e le zucchine sono due ortaggi che resistono particolarmente bene alla cottura sulla griglia. Le melanzane sono un ortaggio povero di calorie, con una quantità di grassi insignificante e ricche di fibre, elemento nutrizionale ottimo per il transito gastrico. Inoltre, come tutte le verdure di colore blu-viola, la melanzana ha proprietà benefiche per la vista, i capillari sanguigni e una corretta funzione urinaria. Il colore blu-viola rivela la presenza di potenti antiossidanti nelle melanzane con un ruolo positivo nel contrastare le patologie della circolazione sanguigna e sono anche utili per combattere l’arteriosclerosi derivante da alti livelli di colesterolo.
Le melanzane sono anche ricche di magnesio, minerale essenziale al buon funzionamento del corpo.
Le zucchine sono anch’esse povere di calorie ma molto ricche di vitamina C come in generale lo sono gli ortaggi della famiglia delle cucurbitacee. Le zucchine sono anche ricche di vitamina A e di potassio, elemento utilissimo al corpo e che viene espulso dal corpo tramite la sudorazione. Il consumo di zucchine è quindi consigliato nei periodi caldi.
Le verdure grigliate al limone sono un ottimo piatto dai molteplici vantaggi nutrizionali da preparare spesso, e in particolare durante l’estate, per rimanere in forma senza rinunciare al gusto della dieta mediterranea.
Qualche mese fa abbiamo pubblicato la ricetta delle verdure gratinate al forno che sono una variante delle verdure grigliate. Tutt’ora è una delle ricette più cliccate sul nostro canale, prova del vostro interesse per ricette gustose e ipocaloriche.





PORRI AL FORNO con salvia e rosmarino

INGREDIENTI (x 6 persone):

  • 6 porri
  • 1 cucchiaio di capperi sotto aceto
  • Salvia fresca, q.b.
  • Rosmarino fresco, q.b.
  • ½ bicchiere di acqua
  • 3 cucchiai di olio EVO
  • Sale, pepe, q.b.

PREPARAZIONE

1. Pulire i porri e tagliarli nella lunghezza.
2. Disporre i porri in fondo ad una pirofila.
3. Preparare un trito con la salvia e il rosmarino. Distribuirlo sui porri.
4. Salare e pepare e distribuire l’olio sul tutto.
5. Cuocere in forno a 200 gradi per 30 min o finché non saranno leggermente dorati.
6. Una volta cotti aggiungere il trito di capperi sui porri.




INFORMAZIONI
Piatto semplice e aromatico, i porri, salvia, rosmarino e capperi al forno sono facilissimi da preparare e si possono consumare sia come antipasto che come contorno.
Il porro contiene poche calorie e permette quindi alla ricetta di essere condita con olio extra vergine di oliva. Salvia e rosmarino fresco conferiscono al piatto un aroma delizioso, i capperi vengono aggiunti prima di servire per il tocco finale.
Il porro è una verdura con proprietà anti-anemiche e contiene anche acido folico, utilissimo per favorire un equilibrio psico-fisico ottimale. Questa verdura della famiglia della cipolla contiene anche vitamina B6 e vitamina C. Inoltre i porri sono anche un ottimo depurantivo intestinale.
In cucina il porro, dal sapore delicato, può essere considerato un sostituto della cipolla in alcune ricette. Cotto al forno con erbe aromatiche e un trito di capperi è semplicemente delizioso e molto leggero.
Per chi cerca un contorno saporito e con poche calorie il porro è l’ideale.
Questa ricetta è ottima anche perché molto semplice e facile da realizzare. Si tratta di assemblare gli ingredienti e di metterli a cuocere in forno. Un contorno semplice per le occasioni in cui manca il tempo. La sera per esempio, sono perfetti come contorno per accompagnare una carne in padella. E con un conto calorico basso permettono anche di sgarrare con qualche dolce o con un bicchiere di vino in più!





GAZPACHO

INGREDIENTI (X 4 persone):

  • 250 gr di cetriolo
  • 200 gr di peperone giallo
  • 600 gr di pomodori maturi
  • 80 gr di cipolle novelle
  • 1 spicchio d’aglio
  • ¼ cucchiaio di zucchero semolato
  • 2 cucchiai di aceto balsamico invecchiato
  • 1 cucchiaio di olio EVO
  • 10 cl di acqua minerale naturale
  • Tabasco, q.b.
  • Sale, pepe, q.b.

PREPARAZIONE

1. Tagliare le verdure a pezzi.
2. Porre le verdure nel frullatore con l’acqua.
3. Versare il frullato in una ciotola.
4. Aggiungere l’aceto, l’olio, sale e pepe, zucchero, tabasco.
5. Mischiare e porre in frigo per almeno 1 ora.




INFORMAZIONI
Il gazpacho è un classico della cucina iberica e una zuppa fredda fantastica per l’estate. E’ molto semplice da realizzare e abbiamo realizzato una ricetta senza aggiunta di pane o di patate, come lo propongono altre ricette.
Il nostro interesse per il gazpacho nasce dalla necessità durante la stagione estiva di contrastare gli effetti demineralizzanti della sudorazione. Stando esposti al sole e al calore estivo in generale, si verifica spesso una sensazione di debolezza e affaticamento che sono spesso il segnale che è arrivato il momento di ricaricare le proprie scorte di minerali e vitamine.
Il gazpacho ha anche capacità idratante grazie al cetriolo, povero di calorie ma molto ricco di acqua. Il peperone porta la vitamina C e i pomodori ben maturi portano con se il loro carico di vitamine e di licopene, potente antiossidante. Per condire questo frullato di verdure che è il gazpacho, si usa l’aglio che ha proprietà antisettiche e antibiotiche comprovate, l’aceto balsamico invecchiato per un gusto inconfondibile e per rendere il nostro gazpacho più italiano. Tabasco, sale e pepe sono aggiunti secondo gusto ma senza esagerare.





PLUMCAKE PROSCIUTTO E FORMAGGIO

INGREDIENTI (12 tranche):

  • 3 uova
  • 150 gr di farina
  • 10 cl di olio di semi
  • 7 gr di lievito di birra in polvere
  • 125 ml di latte di soia
  • 200 gr di prosciutto cotto tagliato a dadini
  • 100 gr di groviera grattugiato
  • Sale, q.b.
  • Pepe nero macinato, q.b.

PREPARAZIONE

1. Aggiungere alla farina il lievito, sale e pepe ed incorporare.
2. Versare le uova ed incorporare.
3. Versare l’olio un po’ alla volta ed incorporare.
4. Incorporare il latte di soia un po’ alla volta.
5. Aggiungere il groviera ed incorporare.
6. Aggiungere il prosciutto ed incorporare.
7. Versare nella forma da plumcake e livellare.
8. Infornare a 180° per 45 minuti.




INFORMAZIONI
Delizioso e profumato questo plumcake è perfetto come antipasto o per l’aperitivo. Un piatto ricco di sapore con il vantaggio di essere a tranche così uno può regolarsi mentre si gode l’attimo, ad esempio con un bicchiere di buon vino.
La base della ricetta del plumcake, farina, uova e latte si adatta molto bene a versioni salate. Tuttavia si consiglia un consumo moderato di questi piatti gustosi. Il nostro corpo può gestire benissimo lo sgarro e quindi conviene riservare la preparazione di questo plumcake per i giorni dedicati a goderci tutti gli eccessi della cucina!
Il plumcake prosciutto e formaggio è indicato anche per pranzo insieme ad esempio ad un’ insalata.
Abbiamo sostituito il latte vaccino con il latte di soia per alleggerire questo piatto senza modificare troppo il gusto del prodotto finale.
Il groviera da all’impasto una morbidezza unica e profuma meravigliosamente questo plumcake in connubio perfetto con il prosciutto cotto. Da godersi al massimo!





TARTARE DI SALMONE

INGREDIENTI:

  • 300 gr di filetto di salmone crudo
  • 1 cucchiaio di olio EVO
  • 1/2 limone (succo)
  • 1 cucchiaino di aceto balsamico invecchiato
  • 1 cucchiaino di basilico tagliato a striscioline
  • 1 cucchiaino di capperi tritati
  • Sale, pepe, q.b.

PREPARAZIONE

1. Aggiungere al salmone il basilico, i capperi e l’aceto balsamico.
2. Versare il succo di limone, sale e pepe.
3. Mescolare.
4. Versare il salmone in una formina.
5. Premere leggermente con un cucchiaio.
6. Rimuovere la formina.
7. Decorare e servire.




INFORMAZIONI
Il nostro tartare di salmone al limone e basilico è fresco e molto profumato. Il salmone è alla base di questa ricetta ed è noto per il suo contenuto di acido eicosapentaenoico (EPA-DHA, acidi grassi Omega 3).
Il pesce in regola generale è un alimento sano e converrebbe consumarne regolarmente. Anche se il pesce, ed in particolare il salmone, contengono grassi, non è simile al grasso presente nella carne suina o bovina. Anzi, rispetto agli altri grassi, ricchi di colesterolo, quello del pesce, grazie alla presenza di acidi grassi polinsaturi, tende a far diminuire il contenuto complessivo di colesterolo nel sangue e quindi è utile per la prevenzione delle malattie cardiovascolari.
Il tartare di salmone al limone e basilico è preparato con una quantità minima di olio per ottenere un piatto saporito ma senza renderlo oleoso e pesante.
A contatto con il succo di limone fresco, la carne del salmone viene “cotta” a mo’ di marinatura. Questo processo rende il salmone del nostro tartare più sicuro dei pesci crudi che sono da qualche tempo molto in voga.
Abbiamo scelto una nota aromatica mediterranea per questo tartare di salmone usando il basilico, semplicemente e tagliato a striscioline molto sottili per liberare più gusto nel piatto finito.
Ricordiamo che per preparare il tartare di salmone al limone e basilico conviene utilizzare ingredienti freschissimi e di alta qualità. Quindi raccomandiamo per l’aceto balsamico di preferire un prodotto invecchiato e di qualità invece di una versione più commerciale.
Per poter tagliare il salmone per il tartare il processo è semplice. Basta porre il salmone in freezer per una trentina di minuti. Così la carne si indurirà senza congelarsi del tutto e vi permetterà poi di poter sminuzzarlo facilmente usando un coltello molto affilato.
Il tartare di salmone al limone e basilico è profumato e ci vogliono pochi minuti per preparalo. Un piatto estivo e leggero dai grassi “buoni” e dall’alto contenuto di proteine, ideale per stare in forma, perfetto per l’estate e decisamente da considerare nell’ambito di una dieta dimagrante, sportiva o per mantenere il proprio peso forma.
Il salmone può essere sostituito con altri tipi di pesce quindi lasciatevi guidare dal vostro gusto e dalla vostra creatività!





VERDURE GRATINATE

INGREDIENTI:

  • 300 gr di melanzane tagliate a rondelle
  • 300 gr di zucchine tagliate a rondelle
  • 200 gr di peperone tagliato a quadretti medi
  • 240 gr di cipolle piatte tagliate a metà
  • 100 gr di pangrattato
  • 1 cucchiaino di aglio in polvere (o 1 spicchio finemente sminuzzato)
  • Prezzemolo q.b.
  • 1 cucchiaio di olio EVO
  • Sale, pepe, q.b.

PREPARAZIONE

1. Aggiungere al pangrattato sale e pepe, aglio, prezzemolo e olio.
2. Mischiare.
3. Stendere le verdure su carta alluminio lievemente oliata posizionata nella teglia.
4. Spargere il composto sulle verdure.
5. Infornare a 180° per 15/20 minuti.




INFORMAZIONI
In una dieta corretta, l’alimento più importante è la verdura, contiene poche calorie, è ricca di nutrimenti, vitamine, sali minerali e fibre.
In cucina, con le verdure possiamo veramente sbizzarrirci, possono essere cucinate in mille modi diversi.
Verdure gratinate al forno light è il piatto che oggi vi proponiamo. 140 calorie a porzione!!
Questo contorno è semplice da preparare, leggero, sfizioso, molto gustoso e sempre ben gradito.
Le verdure gratinate sono adatte per chi segue una dieta dimagrante, per i bambini, per vegani e vegetariani, per chi soffre di diabete o colesterolo e per chi vuole portare a tavola prodotti salutari.
Questo piatto accompagna perfettamente carne o pesce, può essere consumato sia come contorno, sia come antipasto ed è ottimo anche freddo.
In questa ricetta utilizziamo melanzane, zucchine, peperoni e cipolle.
Per aggiungere una nota sui peperoni, ricordiamo che sono ricchi di vitamina C e per renderli più digeribili è necessario togliere la sottile buccia.





CIPOLLE RIPIENE

INGREDIENTI:

  • 8 cipolle medie
  • 200 gr di ricotta di capra
  • 40 gr di parmigiano reggiano grattugiato
  • 1 uovo separato in tuorlo e albume (montato a neve)
  • 1 cucchiaio di olio EVO
  • 5 gr pangrattato
  • Cumino in polvere, q.b.
  • Noce moscata grattugiata, q.b.
  • Sale, pepe, q.b.

PREPARAZIONE

1. In acqua bollente e salata cuocere le cipolle per circa 30 minuti, o finché non saranno “al dente”. Scolare e lasciar raffreddare.
2. Tagliare le cipolle poco sopra la metà riservare le calotte.
3. Togliere la polpa al centro delle cipolle mantenendo intatti gli anelli più esterni. Riservare le cipolle svuotate.
4. Tritare la polpa delle cipolle finemente.
5. Aggiungere la ricotta di capra, il parmigiano reggiano, l’albume e le spezie.
6. Salare, pepare ed incorporare.
7. Riempire le cipolle col composto. Spolverare il pangrattato sul ripieno e coprire con le calotte.
8. Ungere una pirofila con l’olio di oliva e infornare a 180 gradi per circa 30 minuti.








INFORMAZIONI
Nell’alimentazione umana, la cipolla è uno degli ortaggi più antichi. La cipolla non si limita a fare da condimento alle pietanze, ma costituisce alcuni piatti tipici come zuppa di cipolla e cipolle ripiene.
La ricetta odierna è: Cipolle ripiene di ricotta al forno, con cumino e noce moscata, 170 calorie a porzione.
Questa pietanza può essere servita sia come antipasto, sia come contorno, sia come secondo piatto.
Dalla presenza scenica, le cipolle al forno ripiene, sono un piatto vegetariano molto sfizioso, leggero e gustoso, perfetto da consumare con parenti e amici durante le feste.
Una ricetta semplice, economica, facile da preparare.





TABULE’ DI QUINOA

INGREDIENTI:

  • 200 gr di quinoa rossa
  • 1 mazzetto di prezzemolo
  • 2 foglie di basilico
  • 150 gr di pomodorini datterini
  • 1 limone (succo)
  • 2 cucchiai di olio EVO
  • Sale, pepe, q.b.

PREPARAZIONE

1. Versare la quinoa nell’acqua bollente e cuocere per 20/25 minuti.
2. A cottura ultimata lasciar riposare 5 minuti.
3. Aggiungere alla quinoa nel piatto di servizio il prezzemolo, pomodori, basilico, olio, limone, sale e pepe.
4. Mischiare e servire.




INFORMAZIONI
La quinoa rossa alla base del tabulé che vi proponiamo si ispira alla cucina mediterranea libanese. Il tabulé è di solito preparato con bulgur o con semola di grano duro insieme ad una grande quantità di prezzemolo. Abbiamo scelto per questo tabulé di quinoa rossa un’alternativa piena di salute e di meravigliose proprietà al livello nutritivo.
La quinoa è un seme già consumato nell’antichità dal popolo Inca nelle Ande. Recenti studi dimostrano i benefici del consumo di questa graminacea andina.
La quinoa esiste in varietà bianca o rossa ed è una delle fonti proteiche migliori in esistenza. La quinoa ha il privilegio di essere una proteina completa e contiene i 9 amminoacidi essenziali di solito presenti nella carne.
Per preparare il tabulé di quinoa abbiamo quindi fatto ricerche per saperne di più su questo miracoloso seme.
Il contenuto di fibre della quinoa è doppio del contenuto medio contenuto in altri semi. Le fibre hanno la nota capacità di facilitare il transito ma sono anche indicate nel contrastare la pressione sanguigna alta ed il diabete. Le fibre abbassano i livelli di colesterolo e di glucosio e sono molto indicate nella ricerca del peso forma o nelle diete dimagranti.
La quinoa è ricca di ferro utile per la salute dei globuli rossi e alla base della formazione dell’emoglobina. Il ferro trasporta l’ossigeno di cellula in cellula ed è un elemento fondamentale quindi della contrazione muscolare. In più il ferro è benefico per l’attività cerebrale considerando che il cervello consuma circa 20% dell’ossigeno presente nel sangue.
Questo “super seme” contiene anche lisina, una sostanza essenziale per la cresciuta dei tessuti e la loro riparazione.
Le quantità di magnesio presenti nella quinoa sono ottime e questo minerale permette di rilassare i vasi sanguigni. Altri effetti del magnesio sull’organismo sono un miglior controllo dei zuccheri nel sangue. Il magnesio inoltre serve alla trasmissione degli impulsi nervosi, alla regolazione della temperatura del corpo, alla pulizia generale delle cellule del corpo, alla produzione di energia e alla formazione di ossa e denti solidi.
La quinoa è ricca di vitamina B2 (riboflavin). Questa sostanza è fondamentale per un metabolismo ottimale del cervello e delle cellule muscolari.
In fine questo piccolo seme contiene notevoli quantità di manganese, sostanza antiossidante che contrasta i danni dei radicali liberi.
Il tabulé di quinoa rossa è quindi fonte di salute e di benessere oltre ad avere un gusto delizioso. Oltre alla quinoa, questo piatto contiene pomodori, peperone rosso e una buona quantità di prezzemolo, tutti elementi vivi e pieni di bontà! Questo piatto è adatto a tutti, carnivori, vegetariani e vegani. Ma soprattutto ai golosi!





TIMBALLO DI ZUCCA

INGREDIENTI:

  • 500 gr di polpa di zucca tagliata a cubetti
  • 10 gr di margarina vegetale
  • 150 gr di ricotta
  • 2 uova
  • 15 gr di parmigiano reggiano grattugiato
  • Noce moscata q.b.
  • Sale, pepe, q.b.
  • Acqua, q.b.

PREPARAZIONE

1. In una pentola soffriggere la cipolla e l’aglio nell’olio per qualche minuti finché le cipolle diventino trasparenti (circa 5 minuti).
2. Aggiungere la polpa di zucca, l’acqua e il sale.
3. Coprire la pentola e portare ad ebollizione. Poi abbassare la fiamma e cuocere a fuoco lento per circa 25 minuti mescolando ogni tanto.
4. A cottura ultimata, passare nel passaverdure.
5. Lontano dal fuoco aggiungere la ricotta, le uova, la noce moscata, parmigiano, sale e pepe.
6. Mischiare.
7. Ungere leggermente le formine e riempirle con il composto.
8. Posizionare le formine in pirofila con l’acqua.
9. Cuocere a 160°/170° per 40 minuti.
10. Rimuovere dalle formine e servire.










INFORMAZIONI
Per stupire i vostri ospiti, vi proponiamo un piatto soffice, delicato e cremoso: Timballo di zucca, ricotta e noce moscata, leggero, gustoso, elegante.
Abbiamo creato questa ricetta pensando alle occasioni speciale come le feste dove tendiamo a non preoccuparci della linea, pranzi e cene sono ricchi di calorie, questa ricetta ne conta solo 149 a porzione ed è incredibilmente buona, quindi perché non dovremmo inserirla nel menù?
Altresì la zucca contiene elevate dosi di vitamina A, potassio e sali minerali.
Con il suo sapore delicato questo piatto che si presta molto bene alle occasioni speciali.





INSALATA DI OLIVE

INGREDIENTI:

  • 50 gr di olive nere denocciolate tagliate nella lunghezza
  • 50 gr di olive verdi denocciolate tagliate nella lunghezza
  • 2 cucchiai di cipollotti tagliati a rondelle
  • 230 gr di pomodoro a cubetti
  • 330 gr di peperone rosso a cubetti
  • 1 cucchiaio di olio EVO
  • Succo di 1/2 limone
  • Menta (foglie) a striscioline
  • Sale, q.b.

PREPARAZIONE

1. In una ciotola unire tutti gli ingredienti già tagliati.
2. Versare l’olio EVO, il sale, il succo di limone.
3. Mischiare.
4. Servire.




INFORMAZIONI
L’insalata di olive è un piatto mediterraneo originario del Libano. Le insalate vengono spesso considerate intercambiabili in quanto si tratta di mescolare verdura e/o cereali. Tuttavia le insalate possono essere concepite per le loro proprietà nutritive partendo dagli ingredienti che usiamo. La solita insalata verde ha il vantaggio di apportare poche calorie e di idratare ma ci sono altri modi di prepararsi insalate molto più interessanti al livello nutritivo.
Le olive sono consumate in quasi tutto il mondo da secoli e in particolare in tutti paesi del mediterraneo. Esiste un’ampia varietà di frutti che spaziano da un gusto amarognolo a dolce. Quest’antico frutto è condito in mille modi differenti dando una quasi infinita possibilità di sapori.
Le olive hanno principalmente proprietà antiossidanti e anti-infiammatorie, sono quindi molto interessanti al livello nutritivo. Per quanto riguarda la salute, le olive contengono ingenti quantità d’idrossitirosolo, un fito-nutriente capacee di contrastare la formazione di tumori. Le olive sono anche raccomandate per la loro capacità a aumentare il deposito di calcio nella struttura ossea del corpo. La dieta mediterranea è stata per tempo considerata ottimale perché riduce il rischio di osteoporosi, grazie in particolare alla presenza di olive nel ricettario mediterraneo.
Le olive sono anche un potente antistaminico e quindi rafforzano la risposta del nostro corpo agli attacchi di elementi allergeni.
I grassi monoinsaturi (acido oleico in particolare) presenti in abbondanza nelle olive e nell’olio d’oliva hanno anche un effetto benefico sulla pressione sanguigna aiutando a diminuirla.
L’insalata di olive è quindi fonte di fito-nutrienti anti-età e di un incredibile varietà di elementi necessari alla buona salute tra cui vitamina E, selenio e zinco.





TARTARE DI FUNGHI

INGREDIENTI:

  • 600 gr di funghi champignon tagliati molto sottilmente
  • Succo di 2 limoni
  • 2 spicchi d’aglio tritati finemente
  • Prezzemolo tritato q.b.
  • 3 cucchiai di olio EVO
  • 1 cucchiaio di aceto balsamico di migliore qualità
  • Sale, pepe q.b.

PREPARAZIONE

1. Versare sui funghi nel piatto metà del succo di limone.
2. In una ciotola versare il restante succo di limone, l’olio, sale e pepe, il prezzemolo, aglio e aceto balsamico.
3. Mischiare.
4. Spargere il composto sui funghi e servire.




INFORMAZIONI
Il concetto di tartare si declina all’infinito. Vi proponiamo un tartare di funghi veloce da preparare e semplicemente delizioso! Questa tartare di funghi è ipocalorico eppure con una generosa quantità di olio extravergine di oliva.
Oltre ad un gusto unico, i funghi hanno la particolarità di essere poco calorici perché privi di grassi e dunque ideali per i periodi in cui dobbiamo controllare il peso, togliendo dalla nostra dieta calorie in eccesso e perdere qualche chilo di troppo magari acquisito durante la stagione invernale.
Oltre ad un apporto calorico basso, i funghi sono una meravigliosa fonte di minerali per il nostro corpo cui magnesio, selenio, potassio e fosforo. In più funghi contengono lisina, triptofano, vitamine del gruppo B e sostanze antiossidanti.
Di conseguenza il consumo di funghi è indicato per la buona salute delle ossa, del sistema immunitario e del sistema cardiovascolare.
Questa ricetta del tartare di funghi si basa sul concetto del tartare, il quale prevede un taglio sottilissimo dei funghi da disporre sul piatto di servizio prima di bagnarli con succo di limone per ammorbidirli, profumarli ed evitare che anneriscano a contatto con l’aria.
Il condimento per questo tartare di funghi è semplice e combina gli aromi di aglio fresco, olio extravergine di oliva, sale, pepe e prezzemolo fresco. Per una nota unica e profumata abbiamo utilizzato un po’ di aceto balsamico di ottima qualità. Per quest’ultimo, considerando che ne serve poco, consigliamo vivamente di usare un prodotto invecchiato a regola per un sapore davvero unico.
L’aglio è un ingrediente pieno di salute che conserva le sue caratteristiche soprattutto se consumato a crudo. Usato fresco per il tartare di funghi l’aglio porta le sue virtù al piatto tra cui la sua capacità a combattere batteri e virus, il suo effetto positivo sulla pressione arteriosa e il colesterolo, la sua capacità a fluidificare il sangue, e per il suo riconosciuto potere antinfiammatorio.
Veloce e semplice da preparare questo tartare di funghi guarantisce un gran successo a tavola. Profumato, delizioso e pieno di buone cose, sicuramente una ricetta da provare!


You hold the key to changing yourself. Nobody else can do it for you. Dare being your best self.

Questo sito usa cookie per fornirti una navigazione migliore. Se usi http://www.strabuonbodyworks.com, acconsenti all'utilizzo dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi